Stampa

Kevin Eubanks - East West Time Line

Scritto da Fabio Chiarini on . Postato in Recensioni Cd

L'ultimo lavoro del 59enne Kevin Eubanks è perfettamente diviso tra un Lato A) newyorkese e un Lato B) californiano, con l'Est e L'Ovest del chitarrista che si materializzano bilanciandosi in due formazioni prestigiose, in una sorta di rappresentazione musicale di due differenti periodi di una carriera assai eclettica. Non sarà forse un caposcuola dello strumento ma dozzine di incisioni dimostrano come il nostro applichi con ottima resa svariati stilemi afroamericani, sempre privilegiando un'estetica blues...


East West Time LineL'ultimo lavoro del 59enne Kevin Eubanks è perfettamente diviso tra un Lato A) newyorkese e un Lato B) californiano, con l'Est e L'Ovest del chitarrista che si materializzano bilanciandosi in due formazioni prestigiose, in una sorta di rappresentazione musicale di due differenti periodi di una carriera assai eclettica.
Non sarà forse un caposcuola dello strumento ma dozzine di incisioni dimostrano come il nostro applichi con ottima resa svariati stilemi afroamericani, sempre privilegiando un'estetica blues, coniugata poi col funky o con la new age, passando da un ben aggiornato hardbop ai fasti televisivi del Tonight Show che gli hanno donato una celebrità che negli States va ben oltre le colonne d'Ercole del jazz.
“Time Line” è il primo dei 5 originals della scaletta targata NYC, con un Nick Payton subito brillante protagonista di un quartetto completato da Dave Holland e Jeff Tain Watts, che diventa quintetto quando si aggiunge il pianoforte (“Something About Nothing”), o il Fender Rhodes (“Poet”) di un Orrin Evans che sa sempre farsi trovare al posto giusto ed al momento giusto.
L'incisione Losangelina prevede l'ingresso, su un'ideale decapottabile dai colori vivaci, di Bill Pierce, Minu Cinelu, Rene Camacho e Marvin Smitthy Smith, con una scaletta che “mambizza” l'ellingtoniano “Take The Coltrane” e rilegge la solare “Cubano Chant”, forse il brano più celebre del grande Ray Bryant, peraltro zio del chitarrista, che appartiene ad una fantastica famiglia di musicisti.
“Captain Senor Mouse” di Corea e “What's Going On” di Marvin Gaye filano via tra sorrisi e havana mezzo accesi, mentre il finale “My One And Only Love”, con il leader ed il tenore di Bill Pierce a fraseggiare assorti, sigilla con classe un album di pregio assoluto.
CD Mack Avenue eccellente anche dal punto di vista della limpidezza della registrazione e delle dinamiche, sia sulla sponda Atlantica che su quella del Pacifico. (Courtesy Of Audioreview)

VALUTAZIONE: * * * *


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna