Stampa

Matt Wilson : Gathering Call

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Recensioni Cd

Matt Wilson è leader di due band, Arts & Craft e MW Quartet, oltre naturalmente ad un impressionante elenco di collaborazioni che lo vedono protagonista alla pari con i migliori nomi del jazz statunitense (Konitz, Lovano, Scofield tra i tanti).

In questo nuovo album il MW Quartet (Jeff Lederer: sassofono tenore, sassofono soprano, clarinetto, Kirk Knuffke: cornetta; Chris Lightcap: basso, Matt Wilson: batteria)) ingloba al pianoforte John Medeski, presenza che consente al gruppo la massima mobilità musicale, consentendo al leader di direzionare in più ambiti la barra del timone.
Tra i moltissimi album nuovi che escono sul mercato questo "Gathering Call" ha il pregio di essere intenso, godibile e al 100 per 100 assolutamente jazz.
Dodici i brani presenti nell'album, sei originals e sei pescati tra brani meno battuti di jazzisti famosi (l'Ellington di "Main Steam" e "You Dirty Dog", Hugh Lawson con lo spumeggiante "Get Over, Get Off, Get On" e "Butch Warren" con il pensoso omaggio a Barack Obama). Notevole è poi la versione arrangiata di un brano pop ("If I Were a Boy") di Beyoncè.
La musica si muove con l'agilità e la determinazione che caratterizzano il suo leader tra brani post bop e sinuose ballate; atmosfere non particolarmente sperimentali o con novità espressive, ma con innegabile buon gusto, freschezza e profusione di talento. Accanto al drumming poderoso e scintillante del leader brillano le idee mai scontate di Lederer ed il pianoforte di Medeski, calibrato e perfettamente assemblato nello spirito del gruppo.

VALUTAZIONE: *** 1/2

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna