Stampa

poL0 "Pleasures" esce nei negozi venerdì 28 febbraio

Scritto da Elfio Nicolosi on . Postato in Notizie

poL0 è l'unione di due mondi apparentemente opposti: le idee sofisticate del jazz contemporaneo e le tinte scure, intense e rudi delle band post-punk e new wave di fine anni ‘70. Attraverso una produzione interamente originale, poL0 pone l'accento su melodie, ritmiche e strutture inconsuete, creando uno scenario sonoro inedito e dal forte impatto. In questo jazzwave il suono del quartetto acustico si evolve, si contamina: la musica si immerge in ambienti profondi e avvolgenti, il basso elettrico guida la ritmica, colorato da delay e chorus, e i background dei fiati sono filtrati elettronicamente fino a diventare dei vecchi sintetizzatori analogici, in contrasto con la voce naturale di tromba e sassofono.
poL0 è guidato da Andrea Lombardini e Paolo Porta, due tra i più interessanti, maturi e originali compositori-strumentisti delle ultime generazioni.
La formazione è completata da alcuni tra i musicisti italiani ed europei più validi e promettenti: Gileno Santana alla tromba e Michele Salgarello alla batteria, entrato stabilmente nella formazione dopo la registrazione del disco, ad opera del batterista tedesco Jonas Burgwinkel.
Il primo lavoro della band, Pleasures, omaggia nel titolo il disco di debutto della band Inglese Joy Division ed è edito dall’etichetta Auand, specializzata nella produzioni di jazz contemporaneo italiano e straniero. L’artwork del CD è curato dalla fotografa Elisa Caldana con una serie di autoscatti sul tema delle dipendenze ed ossessioni, creati appositamente per questo progetto discografico.

Paolo Porta, sassofonista e compositore, si avvicina al sassofono a 14 anni, in seguito studia con George Garzone e Steve Grossman. E' tra le voci più interessanti della scena italiana del jazz contemporaneo. Ha vinto importanti premi e riconoscimenti italiani ed internazionali. Si è esibito in club e festival in Europa, Usa, Medio Oriente, Brasile, collaborando tra gli altri con Antonio Faraò, Stefano Battaglia, Furio Di Castri, Rachel Gould, Steve Grossman, Carla Bley, Steve Swallow, Flavio Boltro, Steve Coleman, Salvatore Bonafede, Maria Pia De Vito, Antonello Salis, Paolo Fresu, Nguyen Lè, Roberto Gatto, Jon Balke, Karim Ziad, Danilo Rea, Jimmy Weinstein, William Parker. Ha all'attivo due cd a proprio nome e come sideman ha partecipato all'incisione di decine di album.
Andrea Lombardini è uno dei più originali bassisti elettrici europei. Apprezzato sideman a fianco di musicisti come Steve Cardenas, Kelvin Sholar, Roberto Cecchetto, Gianluca Petrella e molti altri, si distingue presto per i progetti da leader dove matura una scrittura fresca ed originale. Registra in USA il suo piano trio ALT88 con Leo Genovese e Bob Gullotti e, in seguito, la Broken Band, quintetto con Francesco Bigoni, Fulvio Sigurtà, Federico Casagrande e Marcos Cavalerio. Insieme al batterista Phil Mer realizza il progetto The Framers, con Jason Lindner, Francesco Bearzatti e molti altri ospiti. Musicista richiesto anche in ambito extrajazzistico, collabora con Annalisa Scarrone, Mario Biondi, Malika Ayane, Erica Mou, Chiara Canzian.
Gileno Santana nato a Bahia, oggi considerato tra i più versatili trombettisti in Portogallo, è la prima tromba dell'Orquestra Jazz de Matosinhos con la quale si è esibito con Maria Schneider, Joào Paulo Esteves da Silva, Jim McNeely, Mark Turner, Steve Swallow, Carla Bley, Chris Cheek, Tommy Riley, Ohad Talmor, Andy Sheppard, Maria Rita, Lee Konitz, Maria John, Kurt Rosenwinkel. Inoltre ha suonato con Tony Allen, Amp Fiddler, Hilaire Penda, Munir Hossn, Sergio Carolino, James Morrison, Hermeto Pascoal. Nel 2012 ha pubblicato il suo primo album con Hamilton de Holanda. Gileno è inoltre arrangiatore e produttore e insegna presso la Jazz School di Porto e la Breyner Academy.
Jonas Burgwinkel è uno dei più richiesti batteristi europei. Ha studiato a Cologna, Boston e Maastricht con Michael Küttner, Ralph Peterson e Jamey Haddad. Ha vinto il prestigioso ECHO JAZZ 2012 come miglior batterista, il BEST SOLOIST AWARD al North Sea Jazz festival, il WDR JAZZPREIS e l’olandese TRITONE AWARD. Burgwinkel tiene la cattedra di batteria al “Hochschule für Musik und Tanz Köln”. Nella sua giovane carriera ha già registrato più di 40 jazz albums e suonato in tutto il mondo con, tra li altri, Mark Murphy, Lee Konitz, Uri Caine, Antonio Faraò, John Taylor, Nils Wogram, Joachim Kühn e Dave Liebman.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna