Stampa

Gezmataz Genoa Jazz Festival 2014

Scritto da Redazione on . Postato in Notizie

Sono Dave Holland, Joshua Redman e i Chat Noir i nomi di spicco del Gezmataz 2014. Per l’undicesima edizione del più importante festival cittadino dedicato alla musica jazz, gli organizzatori hanno allestito un programma di tutto rilievo, prevedendo un unico set per ciascuna delle cinque serate in programma al Porto Antico, a partire da mercoledì 23 luglio.

Il quartetto Prism di Dave Holland, una vera gloria del jazz, a lungo collaboratore di Miles Davis e quindi titolare di una carriera con propri gruppi, costituisce la più recente avventura musicale del contrabbassista inglese: un gruppo che rilegge in chiave attuale l’idioma jazz rock che vide Holland fra i protagonisti oltre quaranta anni fa, aggiungendo energetiche dosi di funk e fusion. In formazione, oltre al leader, Kevin Eubanks alla chitarra, Craig Taborn al piano ed Eric Harland alla batteria.
Giovedì 24 luglio sarà invece la volta della tradizionale RareNoise night, serata dedicata all’etichetta londinese che accompagna ormai da molti anni Gezmataz e che a Genova ha fatto conoscere diverse componenti del proprio variegato e avvincente catalogo.
Michele Cavallari, Luca Fogagnolo e Giuliano Ferrari sono i componenti del trio romano Chat Noir, che da poco ha pubblicato con RareNoise Elec3cities, il quarto cd della carriera. Nell’album vengono formulate e sviluppate idee per una musica che comprende elettronica, post rock e jazz, in una formula dall’identità composita, in totale aderenza all’attitudine filosofica dell’etichetta diretta da Giacomo Bruzzo.
Venerdì 25 luglio sul palco di piazza delle Feste salirà il quartetto del sassofonista statunitense Joshua Redman, figlio del grande tenorista Dewey, considerato uno degli esponenti di punta del post-bop, e titolare di numerose incisioni discografiche a partire dall’esordio del 1992 siglato in compagnia di Pat Metheny. L’ultimo cd di Redman si intitola Walking shadows (Nonesuch) ed è un omaggio al jazz orchestrale e cinematografico nel quale non mancano, tra tradizionali e composizioni originali, autentiche sorprese, come una cover di Let it be. Aaron Goldberg al piano, Reuben Rogers al contrabbasso e Greg Hutchinson alla batteria saranno sul palco con Redman.
Come di consueto Gezmataz prevede, in parallelo al festival, la masterclass di sax, basso, chitarra e batteria. Quest’anno con i docenti Andy Sheppard, Masa Kamaguchi, Marco Tindiglia e Michele Rabbia, che terranno corsi sui singoli strumenti al mattino, presso la sede dell’associazione, ci saranno lezioni di musica d’insieme nel pomeriggio e, a seguire, jam session sul palco del Porto Antico.
Le serate finali di sabato 26 e domenica 27 luglio, a ingresso gratuito, saranno dedicate a Suoni dal porto, l’esibizione dei maestri che conducono il workshop e al concerto conclusivo degli studenti. (Andrea Baroni - Genova menteLocale.it)
Per informazioni: http://www.gezmataz.org/

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna