Stampa

Tino Tracanna "Double Cut", anteprima nuovo album all'IndispArte di Bergamo

Scritto da Redazione on . Postato in Notizie

Sabato 18 Novembre alle ore 21,30 torna all’IndispArte a Bergamo, in via Madonna della Neve, 3, Tino Tracanna con "Double Cut". Dopo il sold-out di inizio febbraio, con due concerti nella stessa sera, i quattro musicisti di Double Cut tornano con rinnovata energia sul palco dell’IndispArte, per presentare il repertorio completamente nuovo che sarà registrato pochi giorni dopo a Roma presso gli studi dell’Auditorium Parco della Musica. I Double Cut sono nati dall’incontro tra Tino Tracanna e Massimiliano Milesi...


Tino Tracanna "Double Cut"Sabato 18 Novembre alle ore 21,30 torna all’IndispArte a Bergamo, in via Madonna della Neve, 3, Tino Tracanna con "Double Cut". Dopo il sold-out di inizio febbraio, con due concerti nella stessa sera, i quattro musicisti di Double Cut tornano con rinnovata energia sul palco dell’IndispArte, per presentare il repertorio completamente nuovo che sarà registrato pochi giorni dopo a Roma presso gli studi dell’Auditorium Parco della Musica.
I Double Cut sono nati dall’incontro tra Tino Tracanna e Massimiliano Milesi all’interno del Dipartimento jazz del Conservatorio di Milano, dove il primo svolge da tempo il ruolo di coordinatore. Accomunati dalla passione per la storia del sassofono, i due musicisti si sono incontrati per confrontarsi su strumenti e materiali d’epoca.
In seguito, la sperimentazione è sfociata in un quartetto pianoless (senza pianoforte), con l’aggiunta di Giulio Corini al contrabbasso e Filippo Sala alla batteria, anche quest’ultimo incontrato all’interno del Dipartimento Jazz del Conservatorio di Milano.
Il confronto generazionale tra Milesi e Tracanna fa da catalizzatore alle differenti visioni, idee ed esperienze musicali dei componenti del gruppo, dando luogo ad un progetto che incontra elementi appartenenti a mondi musicali diversi. Il “Double Cut” è proprio il luogo musicale che viene generato da esperienze diverse che incrociandosi e confrontandosi danno vita a un nuovo spazio come quello definito da due segni tracciati su un piano.
Il primo album di Double Cut, pubblicato nel 2016 per l’etichetta UR Records, ha ottenuto molti apprezzamenti di critica e di pubblico.
“Denso e intenso,…. (come lo definisce Alessandro Rigoli sulla Gazzetta di Parma) …questo lavoro discografico raccoglie l’originale esperienza di due musicisti come Tino Tracanna e Massimiliano Milesi, impegnati in un confronto scaturito dalla comune passione per il Sax da un lato e per i linguaggi musicali contemporanei dall'altro.

“ ….Tre generazioni di musicisti che non tanto si confrontano ma piuttosto condividono, mettono in campo esperienze, background, curiosità, idee per scoprire l'effetto che fa. Il risultato è un disco piacevolmente atipico, di grande spessore, dall'importante peso specifico….” Vincenzo Roggero (All About Jazz- Febbraio 2017)

Anche Franco Fayenz su Amadeus (gennaio 2017) dice di loro “… ciò che colpisce di più perfino l’ascoltatore esperto è la bellezza del suono d’assieme che permane evidente anche quando gli interventi solistici sono frequenti e tali da attirare l’attenzione.
Il suono del quartetto come tale sembra cercato, voluto, acquisito. Ma forse ai magnifici quattro riesce spontaneo.”

In occasione della registrazione del nuovo album, Double Cut suonerà il 27 Novembre nell’ambito del prestigioso Festival Jazz di Roma. Il concerto all’IndispArte sarà quindi un’anteprima: un’anteprima da non perdere.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna