Stampa

Panorama Music in Val di Fassa

Scritto da Redazione on . Postato in Notizie

Musica in simbiosi con la natura: questo è Panorama Music, dove gli scenari d'alta quota delle Dolomiti della Val di Fassa creano un fondale di volta in volta cangiante a una serie concerti itineranti tra i luoghi di riferimento del turismo alpino estivo. I tredici live all’aperto della terza edizione di Panorama Music si terranno dal 2 luglio al 27 agosto, sempre in orario pomeridiano e con accesso gratuito.


Panorama MusicMusica in simbiosi con la natura: questo è Panorama Music, dove gli scenari d'alta quota delle Dolomiti della Val di Fassa creano un fondale di volta in volta cangiante a una serie concerti itineranti tra i luoghi di riferimento del turismo alpino estivo. I tredici live all’aperto della terza edizione di Panorama Music si terranno dal 2 luglio al 27 agosto, sempre in orario pomeridiano e con accesso gratuito, in zone di notevole impatto paesaggistico: il Ciampedie (Vigo di Fassa), il Buffaure (Pozza di Fassa), Valbona Lusia (Moena), Col Rodella (Campitello di Fassa), il Belvedere (Canazei), Col Margherita (Passo San Pellegrino) e il Passo Selle (San Pellegrino). E la musica sarà mutevole come i paesaggi, libera di spaziare da un genere all’altro con una particolare attenzione per le produzioni acustiche che permettono una convivenza ‘ecologica’ tra suoni e scorci alpini. Spazio dunque per il jazz (tra gli altri con la all stars di sax baritoni Barionda e il trio di Francesco Maccianti con Roberto Gatto) e la musica classica (con il quartetto Sonata Islands e il solo di Roberto Arnoldi). Ma a dare una particolare impronta al programma sarà il focus sulla canzone d’autore, con le voci della brasiliana Silvania Dos Santos, la svedese Emilia Martensson, il friulano Doro Gjat, i ladini Martina Iori, Marco Mattia e Stefano Merighi. Ascolti che stimoleranno lo spirito d’avventura alla base di Panorama Music, i cui luoghi di concerto sono raggiungibili con gli impianti di risalita ma anche con escursioni a piedi.
Panorama Music 2017 è organizzato dalle Società impianti a fune della Val di Fassa, in collaborazione con l’Azienda per il Turismo della Val di Fassa.
La canzone d’autore sarà al centro di ben quattro appuntamenti di Panorama Music 2017. I primi due saranno con interpreti dalla marcata personalità: la vocalist brasiliana Silvania Dos Santos, con un quartetto co-diretto assieme al chitarrista Giancarlo Bianchetti, esplorerà la musica popolare del suo paese, con una particolare attenzione per i ritmi del Nordest brasiliano e i brani di autori come Luiz Gonzaga, Lenine, Djavan, Paulo Diniz (6 luglio, Buffaure – Pozza di Fassa). Arriva invece dalla Svezia, anche se ormai è di casa in Inghilterra, la voce di Emilia Martensson: con le rarefatte atmosfere del suo trio affronterà il repertorio di Paul Simon, canzoni tradizionali svedesi, oltre a sue songs originali e qualche standard jazz (13 luglio, Valbona Lusia – Moena).
Coi successivi due appuntamenti dedicati alla voce si entra nel vero e proprio cantautorato. Doro Gjat è fresco della vittoria al concorso “SUNS Ladinia 2016”, dedicato alla canzone in lingue minoritarie: friulano, è artefice di una musica che coniuga la particolarità linguistica locale alle forme e i ritmi del rap (3 agosto, Valbona Lusia – Moena). In una sola giornata si ascolteranno poi ben tre giovanissimi cantautori ladini: Martina Iori, in trio, Marco Mattia, anche lui in trio, e Stefano Merighi, in solo (17 agosto, Buffaure – Pozza di Fassa).
Il fronte jazzistico di Panorama Music 2017 sarà inaugurato dall’esibizione dei dodici elementi della Big Band Giovanile dell’Alto Adige diretta da Helga Plankensteiner (23 luglio, Buffaure – Pozza di Fassa) e proseguirà poi (30 luglio, Belvedere – Canazei) con il jazz fortemente intriso di pop e rock del quartetto Oyster, che in questa occasione accoglierà sul palco anche il vibrafonista Matthias Legner. Javier Girotto, Florian Bramböck, Helga Plankensteiner e Giorgio Beberi sono accomunati da una scelta assai peculiare: all’interno della band Barionda suonano tutti il sax baritono. Questo progetto davvero unico per impatto sonoro affianca noti solisti provenienti da Italia, Austria e Argentina, mettendo loro in mano arrangiamenti appositamente preparati dei cavalli di battaglia di alcuni storici baritonisti jazz come Gerry Mulligan, Pepper Adams, Harry Carney, Gary Smulyan, Serge Chaloff (il 6 agosto al Ciampedie – Vigo di Fassa). Gli Ex Aequo, che suoneranno il 20 agosto al Passo Selle (San Pellegrino), sono due dei più personali ricercatori della musica improvvisata italiana: la cantante Gaia Mattiuzzi e il vibrafonista Pasquale Mirra. Il pregevole tocco del pianista Francesco Maccianti sarà meritevolmente accompagnato da una ritmica che rappresenta la serie A del jazz italiano, con Ares Tavolazzi al contrabbasso e Roberto Gatto alla batteria. Saranno loro a suonare le note conclusive della terza edizione di Panorama Music (27 agosto, Valbona Lusia – Moena).
Con una formazione come il Sonata Islands Quartet del flautista Emilio Galante (27 luglio, Col Margherita Passo San Pellegrino), ci si sposta sul fronte della musica classica. Ma l’approccio e il repertorio modernista di questo gruppo strizza l’occhio anche alla cultura musicale jazz e rock. Bach e Paganini, ma anche Ysaye, Locatelli e Natale Arnoldi saranno invece sul leggio del violinista Roberto Arnoldi per la sua esibizione in solo (24 agosto, Col Rodella – Campitello di Fassa).
Qua e là, alcuni concerti apriranno scorci stilistici divaganti e curiosi. È il caso tra l’altro del concerto d’apertura della manifestazione (2 luglio, Ciampedie – Vigo di Fassa), con la Banda musicale di Postal che proporrà, assieme alla tromba solista di Paolo Trettel, rivisitazioni bandistiche di un repertorio che abbraccia la classica, il jazz e la musica tradizionale. Sui generis è anche il funk dalle coloriture etniche del JEMM Music Project, con la sua strumentazione di pittoresche percussioni (13 agosto, Col Margherita Passo San Pellegrino).

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna