Stampa

McCoy Tyner, Tony Allen e Omar Sosa sono tra i primi grandi nomi annunciati da Area Musica Estate a Milano

Scritto da Redazione on . Postato in Notizie

Area Musica Estate nasce da due fortunate esperienze: il Festival Il Ritmo delle Città progettato a partire dal 2006 come attività di programmazione musicale nelle Zone della Città di Milano e che ha presentato alcuni straordinari protagonisti del jazz mondiale come Brad Mehldau, Chick Corea e Wayne Shorter, ed il progetto Area M, giunto al terzo e conclusivo anno di vita, che ha trasformato Città Studi in un quartiere della musica.


Area Musica EstateArea Musica Estate nasce da due fortunate esperienze: il Festival Il Ritmo delle Città progettato a partire dal 2006 come attività di programmazione musicale nelle Zone della Città di Milano e che ha presentato alcuni straordinari protagonisti del jazz mondiale come Brad Mehldau, Chick Corea e Wayne Shorter, ed il progetto Area M, giunto al terzo e conclusivo anno di vita, che ha trasformato Città Studi in un quartiere della musica.
Il nuovo format riguarderà una vera e propria stagione musicale estiva per la città, dedicata, come di consueto, al Jazz e alla musica del 900.
Tutti i concerti avranno luogo nell’Orto Botanico Città Studi in via Golgi 18 con inizio alle ore 21.30.

Questi sono i primi concerti annunciati:

29 giugno - Tony Allen ‘Film of Life’
Il batterista nigeriano Tony Allen, che con Fela Kuti è uno dei padri dell’Afro beat, presenta il fortunato progetto Film of Life nel quale riscrive con giovani musicisti francesi la sceneggiatura della sua vita e propone una musica che dall’afro beat, suo storico background, allunga i tentacoli verso il dub, il jazz, il rock.

6 luglio - McCoy Tyner trio con Craig Taborn e Geri Allen ‘Echoes with a Friend’
Nel 1974 Tyner ha pubblicato l’album in solo Echoes of a Friend per celebrare i suoi anni col quartetto di John Coltrane e come omaggio al suo grande amico con il quale ha iniziato a suonare a 17 anni. 40 anni dopo ‘Echoes with a Friend’ è un omaggio all’arte ed alla musica di McCoy: un concerto che attraversa varie generazioni di musicisti, influenzati dalla musica del grande pianista di Philadelphia, come Craig Taborn e Geri Allen, che si esibiranno in solo ed in trio, e che culminerà con l’esibizione dello stesso McCoy.

10 luglio - Giulia Mazzoni ‘Room 2401’
La giovane pianista toscana diplomata al conservatorio G.Verdi di Milano presenta il suo ultimo album Room 2401, uscito a ottobre dello scorso anno per Sony Music e dove la Mazzoni riprende il suo racconto musicale partendo da una stanza d’albergo in cima ad un grattacielo di Chicago che diventa così un luogo dell’anima e una visuale privilegiata per esplorare futuri scenari musicali.

20 luglio - Sarah McKenzie ‘Paris in the Rain’
Dopo l’esibizione dello scorso anno con la Monday Orchestra, la cantante e pianista australiana Sarah McKenzie torna con il nuovo album Paris In The Rain, un disco estremamente raffinato grazie ai sontuosi arrangiamenti della stessa McKenzie. L’album è una dichiarazione d’amore nei confronti di Parigi, città dove la musicista si è trasferita lo scorso anno e che l’ha affascinata sin dal suo arrivo in Francia.

25 luglio - Omar Sosa - Yilian Canizares duo - ospite Gustavo Ovalles
Il compositore e pianista cubano, classe 1965, con sette nomination ai Grammy, è uno dei jazzisti più versatili e completi della sua generazione. È stato capace di fondere mirabilmente un’estesa gamma di elementi jazz, di world music e di elettronica con le sue radici afrocubane, riuscendo a creare una sonorità fresca e originale, dal forte sapore latino, ma lasciando sempre grande spazio all’improvvisazione. A Milano si presenta con la giovane violinista e cantante cubana Yilian Canizares e con il percussionista venezuelano Gustavo Ovalles.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna