Stampa

Jimmy Greene - Beautiful Life

Scritto da Elfio Nicolosi on . Postato in Nuove uscite straniere

Il nuovo album di Jimmy Greene, intitolato "Beautiful Life" per l'etichetta Mack Avenue Records, rappresenta una celebrazione della vita di sua figlia di 6 anni, Ana Marquez-Greene, la cui vita venne tragicamente interrotta, insieme a quella di altri 19 bambini e 6 educatori, il 14 dicembre 2012 alla Sandy Hook Elementary School a Newtown, Connecticut.


Beautiful LifeIl nuovo album di Jimmy Greene, intitolato "Beautiful Life" per l'etichetta Mack Avenue Records, rappresenta una celebrazione della vita di sua figlia di 6 anni, Ana Marquez-Greene, la cui vita venne tragicamente interrotta, insieme a quella di altri 19 bambini e 6 educatori, il 14 dicembre 2012 alla Sandy Hook Elementary School a Newtown, Connecticut.
"Vorrei che la musica riflettesse il modo in cui Ana ha vissuto", spiega Greene; ed il sassofonista adempie a tale compito con un programma intenso e coeso, che giustappone il jazz strumentale per cui è conosciuto, con gli spirituals, la musica cristiana contemporanea, ballads e tre canzoni originali per le quali ha scritto i testi.
Anima il repertorio una fantastica sezione ritmica che presenta Renee Rosnes al pianoforte, Christian McBride al basso, Lewis Nash alla batteria, a cui si aggiungono, su alcuni pezzi, i chitarristi Pat Metheny e Jonathan DuBose, Jr.; i pianisti Kenny Barron e Cyrus Chestnut; i vocalists Kurt Elling, Javier Colon e Latanya Farrell; pezzi di narrazione dell'attrice, vincitrice del Tony Award, Anika Noni Rose; ed un ensemble d'archi della Hartford Symphony Orchestra oltre ad un coro di bambini.
Lo stesso Greene è uno dei sassofonisti più stimati della sua generazione, sin dal suo diploma alla Hartt School of Music nel 1997. Ha composto o arrangiato ogni pezzo dell'album, oltre a suonare il sax tenore e soprano ed il flauto con la consueta abilità, attenzione alla melodia e grande espressività.
"Nei giorni seguenti alla morte di mia figlia, non riuscivo nemmeno ad immaginare di poter suonare o scrivere musica", dice il 39enne sassofonista. "Ero in stato di shock, in lutto profondo, cercando solo di ragionare in modo coerente. La famiglia e gli amici ci hanno circondato d'affetto e ci hanno tirato su; abbiamo ricevuto 10.000 comunicazioni tra mail, testi, messaggi Facebook, chiamate vocali, lettere, da parte di persone da tutto il mondo. La comunità di musicisti è stata in prima linea in questo sostegno. Quando chiamavo, ognuno di loro mi rispondeva, 'Qualunque cosa vi occorra, basta che diciate una parola, e io ci sarò.'"
Alla fine di gennaio del 2013, Greene, sentendo di "aver bisogno di tornare ad una certa routine", riprese a suonare ed a comporre. Poco dopo, Norman Chesky, il co-proprietario di Chesky Records e HDTracks, gli fece un'offerta irrinunciabile.
"In quel periodo sia la mia famiglia che tutti noi a Newtown fummo oggetto di una esagerata attenzione da parte media, così mi sembrò di comunicare con qualcuno per la prima volta," Greene riferisce. "Norman mi offrì la produzione di una registrazione che avrei potuto realizzare appena fossi stato pronto, e mi dette una completa libertà. Fui onorato per la sua generosità, e cominciai a dedicare le mie energie a questo progetto."
Greene ha deciso per la prima volta di aggiungere testi e cantanti in una delle sue registrazioni. "Ana amava cantare ed ascoltare i cantanti, ed aveva una voce meravigliosa", spiega. "Quindi in un album dedicato alla sua memoria era necessario che ci fossero cantanti e canzoni, perchè erano così importanti per lei."
"Beautiful Life" si apre con una registrazione di Ana che canta i tradizionali "Saludos" ("Greetings") ad una celebrazione natalizia (Parranda) a Puerto Rico, con la famiglia della madre, Nelba Márquez-Greene, e con suo padre in sottofondo, un anno prima della sua morte, a cui segue un momento in cui, insieme al chitarrista Pat Metheny, esegue "Come Thou Almighty King" prima di concludere con un'altra registrazione famigliare di Ana che canta un inno, con l'accompagnamento al pianoforte del fratello Isaia.
La malinconica "Last Summer", per quartetto, rievoca delle impressioni di Greene su una fotografia dei suoi figli abbracciati, catturata da dietro, nel cortile della casa di famiglia a Winnipeg, Canada, dove Greene ha insegnato presso l'Università di Manitoba tra 2009 e il 2012, che compare sulla copertina di "Beautiful Life".
La dolce voce tenorile di Javier Colon, un tempo compagno di classe di Greene a Hartt, vincitore dell'edizione 2011 di The Voice della NBC, interpreta le liriche di Greene per "When I Come Home" sostenuto dal quartetto, dal sassofono tenore di Greene e dagli archi.
Greene inizialmente registrò una versione strumentale di "Ana’s Way" con il titolo "Ana Grace" nella sua registrazione del 2009, "Mission Statement". Come al solito molto penetrante risulta l'interpretazione vocale di Kurt Elling, con l'aggiunta del Linden Christian School Early Years Choir, composto dai compagni di classe di Ana e Isaia a Winnipeg; mentre gli assoli di Greene e Rosnes accentuano le già forti emozioni suscitate dai testi.
"E' stato un shock rivedere gli amici di Ana, senza Ana lì in mezzo a loro", dice Greene. "Ma siamo riusciti a rievocarla in qualche modo, e credo che i risultati siano molto toccanti."
L'iconico pianista Kenny Barron si unisce a Greene per delle informali riletture di un paio di canzoni di Broadway: "Where Is Love?" di Oliver e "Maybe" di Annie, l'ultimo dei quali presenta la pura tonalità del sassofono soprano di Greene. "Kenny, Christian e Lewis facevano parte della sezione ritmica alla Thelonious Monk Competition 1996, dove fui nominato primo runner-up", ricorda Greene. "Mi fecero sentire ben accolto e a mio agio, e così li ho voluti coinvolgere." 
"A mia figlia piaceva Annie, e cantava 'Maybe' nel sedile posteriore della mia auto, mentre guidavo", ricorda Greene. Egli inoltre include "Where Is Love" in omaggio a Jackie McLean, il suo primario mentore musicale, che spiegò a Greene, allora 15enne, la melodia, durante il loro primo incontro alla Artists Collective di Hartford.
Il penultimo pezzo di "Beautiful Life", dal titolo "Prayer," è la traduzione musicale di Greene del testo di “Lord’s Prayer.” Cyrus Chestnut accompagna il sassofono tenore di Greene, mentre ad illuminare il messaggio ci pensa Latanya Farrell (che Greene ha incontrato mentre frequentava Hartt), il cui potente contralto incantò Ana da bambina.
Ana divenne una fan di Anika Noni Rose, compagna di classe di Greene alla scuola superiore a Bloomfield, Connecticut, dopo averla sentita nel ruolo della Principessa Tiana nel film d'animazione "La principessa e il ranocchio". Il recitato di Rose nell'ottimista soliloquio di Greene "Little Voices" precede un altra apparizione del Linden Children’s Choir.
"Molte persone mi hanno chiesto cosa avrebbero potuto fare per aiutare, e questa è la mia risposta", spiega Greene. "Ricordiamoci quello che è successo a Sandy Hook. Ognuno di noi può fare la sua parte, che è quella di imparare in qualche modo ad amare noi stessi, e quindi vedere oltre noi stessi ed amare il nostro prossimo. Questo è abbastanza semplice, ma se tutti noi lo facessimo, penso che la nostra esistenza sarebbe diversa."


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna