Stampa

Dave Liebman and Joe Lovano - Compassion: The Music of John Coltrane

Scritto da Elfio Nicolosi on . Postato in Nuove uscite straniere

Resonance Records è orgogliosa di annunciare la pubblicazione "Compassion: The Music di John Coltrane" di Dave Liebman & Joe Lovano con il pianista Phil Markowitz, il bassista Ron McClure e il batterista Billy Hart. Registrato un decennio fa ai leggendari Clinton Recording Studios di NYC per la trasmissione Jazz 3 di BBC Radio 3, la sessione appena rivelata commemora il cinquantennale della morte di Coltrane.


Compassion: The Music of John ColtraneResonance Records è orgogliosa di annunciare la pubblicazione "Compassion: The Music di John Coltrane" di Dave Liebman & Joe Lovano con il pianista Phil Markowitz, il bassista Ron McClure e il batterista Billy Hart. Registrato un decennio fa ai leggendari Clinton Recording Studios di NYC per la trasmissione Jazz 3 di BBC Radio 3, e prodotto da Somethin'Else, la sessione appena rivelata commemora il cinquantennale della morte di Coltrane, avvenuta il 17 luglio 1967, con un repertorio di sette pezzi che copre ogni significativa fase creativa dell'eredità discografica di Coltrane. "Compassion" è il follow-up di Resonance dell'acclamata registrazione di John Coltrane "Offering: Live at Temple University" del 2014, che presentava le note di copertina di Ashley Kahn, vincitori del Grammy.
Verso la fine di giugno del 2007 il NEA Jazz Master Dave Liebman ricevette una chiamata da Robert Abel, produttore del popolare programma radiofonico della BBC "Something Else". Ricordando che il 17 luglio 2007 segnava il 40esimo anniversario della morte di Coltrane, Robert gli chiese se avesse potuto nuovamente riunire il Saxophone Summit, la formazione di Liebman co-diretta con il vincitore del premio Grammy Joe Lovano e Ravi Coltrane, per registrare un programma interamente dedicato a Coltrane.
Con la sessione di registrazione che sarebbe avvenuta poche settimane dopo, Liebman riuscì a riunire i membri regolari Lovano, Phil Markowitz e Bill Hart insieme a Ron McClure, come sostituto per l'indisponibile Cecil McBee. Registrato il 22 giugno 2007, quasi quarant'anni dopo la morte di John Coltrane, il quintetto registrò 50 affascinanti minuti di musica, che mettono in mostra l'estensione della pur breve, ma determinante, eredità musicale di John Coltrane. Adesso un decennio dopo, la Risonance è orgogliosa di riportare alla luce quella registrazione.
Per commemorare Coltrane probabilmente non ci si poteva rivolgere a musicisti più attrezzati di questi. L'influenza di John Coltrane su ogni membro del quintetto non può essere sottaciuta; infatti come dice Billy Hart nelle note di copertina, "siamo tutti dei fans incredibili di Coltrane". Egli stima che tra loro cinque, lo studio della musica di Coltrane sia stato di oltre 200 anni.
Per festeggiare l'anniversario, Liebman e Lovano hanno deciso che per questa particolare sessione avrebbero ampliato la loro portata, per includere la musica di tutti i periodi musicali di Coltrane, producendo così un'esplorazione che presenta sei fasi distintive della sua eredità. "Ogni periodo rappresenta una prospettiva ed un concetto così differente, che sembra quasi incredibile immaginare che un uomo solo possa aver raggiunto tutto questo in un periodo così breve", dice Liebman nelle note di copertina di "Compassion".
"Compassion" si apre con "Locomotion", una delle molteplici tonalità compositive di Coltrane sul blues, che apparve per la prima volta su "Blue Train" (l'unica registrazione Blue Note di Coltrane) nel 1958. "Locomotion" non solo apre "Compassion" ma serve anche come un integrale punto di svolta nello sviluppo musicale di Coltrane. Come dice Lovano nelle note di copertina, molti degli intervalli ascoltati su "Locomotion" si trovano nelle opere successive di Coltrane - il tema principale di "A Love Supreme" ne è solo un esempio.
"Compassion" si spinge poi in avanti con un medley di ballads che comprende "Central Park West" e "Dear Lord", che Liebman ha definito "una delle composizioni più stupefacenti del mondo".
L'inclusione di "Olé" indica l'interesse ben documentato di Coltrane nella world music. Un'escursione modale con una melodia spagnoleggiante (che prende pesantemente in prestito dalla canzone popolare spagnola "El Vito"), "Olé" fu precursore delle successive esplorazioni delle altre culture di Trane (in brani come "India", "Dakar" e "Brasilia").
Dedicata al reverendo Martin Luther King Jr., "Reverend King" è uno studio completamente diatonico a tempo libero che presenta una rara apparizione di Liebman al flauto, seguita da "Equinox", che, come la traccia di apertura, copre un'altra versione di blues. L'album si chiude con "Compassion", da cui la registrazione prende il nome, che ci porta nell'ultimo periodo di Trane (1965-1967) con il secondo movimento della sua suite "Meditations".
"I titoli successivi delle canzoni mostrano l'intenso viaggio spirituale di Trane in quel periodo, come "Amen","To Be" e molti altri, enfatizzando la costante interazione del gruppo, con pochi impulsi fissi o progressioni armoniche dirette", afferma Liebman.
Disponibile dal 16 giugno 2017 come CD Deluxe o in formato digitale, il pacchetto del CD comprende uno squisito digipak ed un opuscolo di 24 pagine che comprende foto di Chuck Stewart, Richard Conde, John Abbott, Andrew Lepley, Vincent Soyez ed altro; interviste esclusive e dichiarazioni di Liebman, Lovano, Markowitz, McClure e Hart e saggi del produttore di Resonance Zev Feldman e Ashley Kahn.
"Come produzione di archivio, questa è la più recente registrazione che Resonance ha pubblicato fino ad oggi, ma non abbiamo voluto trattarla in modo diverso rispetto ai nostri precedenti sforzi", dice il produttore esecutivo Zev Feldman. "Non posso pensare ad alcun aderente più vicino e devoto alla musica e all'eredità di Coltrane di Dave Liebman, Joe Lovano e questa band". Feldman aggiunge che all'interno del libretto si può trovare una ricchezza di conoscenze da parte di ogni musicista, che mettono in luce l'influenza che Trane aveva su di loro e come la sua musica mantiene ancora tale influenza cinquanta anni dal suo passaggio.
Billy Hart dice in chiusura: "Penso che il mondo sia un posto migliore quando si ascolta la musica di Coltrane".

(tratto liberamente dal comunicato stampa)

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna