Stampa

Jazzmeia Horn - A Social Call

Scritto da Elfio Nicolosi on . Postato in Nuove uscite straniere

Con una maturità e fiducia vocale che va ben al di là dei suoi anni, la giovane cantante Jazzmeia Horn arriva al suo album di debutto "A Social Call", rivelando un talento pronto a prendere posto al fianco dei migliori vocalist del jazz di oggi. Uscito lo scorso 12 maggio per l'etichetta Prestige, una divisione di Concord Music Group, le sue dieci tracce sono eseguite con una formazione acustica di all-stars.


A Social CallCon una maturità e fiducia vocale che va ben al di là dei suoi anni, la giovane cantante Jazzmeia Horn arriva con il suo album di debutto "A Social Call", rivelando un talento pronto a prendere posto al fianco dei migliori vocalist del jazz di oggi. Uscito lo scorso 12 maggio per l'etichetta Prestige, una divisione di Concord Music Group, le sue dieci tracce, eseguite con una formazione acustica di all-stars (Victor Gould: piano; Ben Williams: basso; Jerome Jennings: batteria e percussioni; Stacy Dillard: tenor sax; Josh Evans: tromba; Frank Lacy: trombone), brillano per una tonificante sensazione di chiarezza: la chiarezza nella voce di Horn (uno strumento straordinariamente flessibile ); la chiarezza nella vasta gamma di leggende vocali che l'hanno modellata (da Sarah Vaughan a Rachelle Ferrell); e la chiarezza nel vitale messaggio di elevazione sociale e di raggiante ottimismo che trasmette attraverso la sua musica.
Il matrimonio di Horn tra musica e messaggio pervade la varietà delle selezioni su "A Social Call": fresche versioni di standard sempreverdi (East of the Sun (West of the Moon), I Remember You), inni hard bop (Afro-Blue, Moanin), canzoni di intento spirituale (Wade in the Water, Lift Every Voice and Song), un paio di melodie associate ad un altra delle sue principali influenze, Betty Carter (Tight, Call) ed alcune pepite R & B diffuse da personaggi come Mary J. Blige e Stylistics (I'm Goin 'Down, People Make the World Go Round).
Alcuni dei brani sono intrecciati in medley, con la Horn che sermonizza principalmente su temi di interesse comune, dando a "A Social Call" una sensazione di intima performance live.
Con il beneficio della forza vocale della Horn, "A Social Call" è un album che combina in modo soddisfacente il jazz classico, nella varietà dei piccoli gruppi quando i cantanti dovevano fare un passo in avanti e portare lo stesso peso musicale di qualsiasi altro membro del gruppo, con i più moderni sapori di gospel e neo-soul.
La palpabile comprensione della Horn degli iconici cantanti degli anni '50 e '60 la rende un candidato ideale per la storica etichetta Prestige, un'etichetta che ha aiutato a introdurre molti cantanti jazz.
Anche il nome dell'album è tratto da quel periodo storico. "Naturalmente ‘Social Call’ di Gigi Gryce ha ispirato il titolo", dice la Horn.

(tratto liberamente dal comunicato stampa)


 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna