Stampa

Joey DeFrancesco - Project Freedom

Scritto da Redazione on . Postato in Nuove uscite straniere

Proprio dal desiderio di esplorare nuovi sfaccettature della sua musica nasce questo album intitolato non a caso “Project Freedom”, suo primo lavoro per la Mack Avenue Records. Anche se la tradizione di Filadelfia risuona ancora in ogni nota, in questo progetto DeFrancesco guarda oltre l’eredità delle leggende dell’Hammond B3 come Jimmy Smith e Jimmy McGriff.


Project FreedomQuando gli appassionati di jazz pensano a Joey DeFrancesco pensano al suo virtuosismo con l'organo Hammond B3, al suo gusto dello swing intriso di blues, al suo straordinario talento come compositore e musicista. «Questo è ciò che ci si aspetta da me, e ne sono orgoglioso – spiega De Francesco – ma c'è molto di più».
Proprio dal desiderio di esplorare nuovi sfaccettature della sua musica nasce questo album intitolato non a caso “Project Freedom”, suo primo lavoro per la Mack Avenue Records.
Anche se la tradizione di Filadelfia risuona ancora in ogni nota, in questo progetto DeFrancesco guarda oltre l’eredità delle leggende dell’Hammond B3 come Jimmy Smith e Jimmy McGriff. «Non è mai stato SOLO organo e non è mai stato SOLO jazz per me», spiega DeFrancesco parlando delle molteplici influenze che hanno plasmato la sua musica e che risuonano in questo album: il soul di Sam Cooke (“A Change Is gonna Come”), la poesia di John Lennon nello splendido frammento di “Imagine (Prelude)”, la spiritualità di “Lift Every Voice and Sing” di John Rosamond Johnson.
A questa ricchezza musicale si affianca una particolare ricerca sonora con cui DeFrancesco amplia la tavolozza sonora a sua disposizione come ad esempio nel brano “The Unifier” in cui l’uso di un pedale wah-wah dona all’organo un suono ricco e originale.
Inoltre DeFrancesco approfondisce il suo lavoro alla tromba, uno strumento che lo ha affascianto fin dagli anni Ottanta, quando ha iniziato a collaborare con Miles Davis. La nuova band di DeFrancesco che lo accompagna in questo progetto (The People) è formata dal batterista Jason Brown, dal chitarrista Dan Wilson e il sassofonista Troy Roberts.
L’affermazione di Joey DeFrancesco negli anni Ottanta ha segnato l'inizio della rinascita musicale dell’organo jazz che era finito un po’ nel dimenticatoio nel decennio precedente. Figlio di “Papa” John DeFrancesco, egli stesso un organista, il giovane Joey ha iniziato a suonare a quattro anni. Poco dopo, il padre cominciò a portarlo ai concerti che si tenevano in quegli anni a Philadelphia, città dove è nato e cresciuto.
Il suo talento naturale è stato scoperto presto e DeFrancesco si è trovato così a soli sedici anni in tour con Miles Davis. DeFrancesco ha poi collaborato in studio e dal vivo con numerosi altri artisti tra cui Ray Charles, Diana Krall, Nancy Wilson, George Benson, James Moody, John Scofield, Bobby Hutcherson, Jimmy Cobb, John McLaughlin, Larry Coryell, David Sanborn e molti altri.
Nel corso di quaranta anni di carriera DeFrancesco ha ricevuto innumerevoli premi e riconoscimenti in tutto il mondo, recentemente è stato inserito nella Hammond Organ Hall of Fame e nella Philadelphia Music Walk of Fame.


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna