Stampa

Jazz at Lincoln Center Orchestra with Wynton Marsalis and Jon Batiste - The Music of John Lewis

Scritto da Elfio Nicolosi on . Postato in Nuove uscite straniere

Per onorare l'eredità del maestro del Modern Jazz Quartet, John Lewis, la Blu Engine Records annuncia la sua ultima pubblicazione: "The Music of John Lewis" del Jazz at Lincoln Center Orchestra con Wynton Marsalis e Jon Batiste, disponibile il prossimo 24 marzo. L'album segna la prima registrazione in comune per Marsalis e Batiste, due collaboratori di lunga data ed entrambi nativi di New Orleans.


The Music of John LewisPer onorare l'eredità del maestro del Modern Jazz Quartet, John Lewis, la Blu Engine Records annuncia la sua ultima pubblicazione: "The Music of John Lewis" del Jazz at Lincoln Center Orchestra con Wynton Marsalis e Jon Batiste, disponibile il prossimo 24 marzo. L'album segna la prima registrazione in comune per Wynton Marsalis e Jon Batiste, due collaboratori di lunga data ed entrambi nativi di New Orleans.
Nel 2013, quando il Jazz at Lincoln Center Orchestra e Wynton Marsalis decisero di celebrare il grande pianista e compositore, iniziarono a collaborare con l'allora astro nascente Jon Batiste, il bandleader del The Late Show di Stephen Colbert, oltre ad essere un pianista prodigioso, per affrontare alcuni dei brani più rappresentativi di Lewis durante un concerto sold-out al Rose Theater, la Casa dello Swing.
Pochi musicisti sono riusciti a catturare l'elegante e swingante raffinatezza del jazz meglio del pianista, compositore e direttore d'orchestra John Lewis, che nel corso degli anni ha avuto un lungo e profondo rapporto personale con Jazz at Lincoln Center. "Aveva l'abitudine di chiamare il nostro programma un miracolo", dice Wynton Marsalis. "Diceva sempre, 'Fai andare avanti quel miracolo.'"
Dallo scoppiettante bebop "Two Bass Hit" al blues di "2 Degrees East, 3 Degrees West” - dalle configurazioni in piccoli gruppi alla potenza delle big band del Jazz at Lincoln Center Orchestra, "The Music of John Lewis" cattura l'eleganza e la sensibilità delle audaci composizioni di Lewis. Il disco include anche una suite in quattro movimenti tratta dalla classica registrazione del Modern Jazz Quartet "The Comedy".
"La profondità della sua fede rende la sua musica immortale", dice Batiste di Lewis. "Per gli artisti, ciò che resta di forte impatto e significativo nella propria arte dipende dalla precisione e l'intensità della propria visione. La musica di Lewis è ancora con noi, ed è un onore mettere la mia arte nella tradizione di servirla. Così si può mettere questo disco, ascoltarlo ad occhi chiusi, e lasciar andare la propria immaginazione."

(tratto liberamente dal comunicato stampa)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna