Stampa

Bill Evans Trio - On a Monday Evening

Scritto da Elfio Nicolosi on . Postato in Nuove uscite straniere

Non è così frequente scoprire dei tesori jazz d'archivio precedentemente sconosciuti, ma quando riescono ad emergere, queste rare gemme eccitano gli intenditori, ispirano conversazioni vitali ed irradiano effetti spirituali "borderline". In maniera esaltante questo "On a Monday Evening" di Bill Evans, registrato da due deejay in età di college, può essere aggiunto a quel breve elenco.


On a Monday EveningNon è così frequente scoprire dei tesori jazz d'archivio precedentemente sconosciuti, ma quando riescono ad emergere, queste rare gemme eccitano gli intenditori, ispirano conversazioni vitali, e irradiano effetti spirituali "borderline". Vengono subito alla mente capolavori come "Thelonious Monk and John Coltrane's At Carnegie Hall", "Some Other Time" di Bill Evans, e "Ready Take One" di Errol Garner, come esempi di uscite ineguagliabili piene di brillanti performance, di cui nessuno sapeva che giacessero negli scaffali, fino alla loro casuale scoperta. In maniera esaltante questo "On a Monday Evening" di Bill Evans, registrato da due deejay in età di college, Larry Goldberg e James Farber, che avevano intervistato il pianista alla radio, può essere aggiunto a quel breve elenco.
Trascendendo la statura di una ristampa tradizionale, "On a Monday Evening" è una registrazione di un concerto del tutto inedito del trio di Evans con il bassista Eddie Gomez e il batterista Eliot Zigmund. Eseguito davanti ad un pubblico "sold out", all'Union Theater di Madison nel Wisconsin il 15 novembre del 1976, il concerto cattura il virtuoso pianista mentre suona al massimo delle sue capacità.
Mescolando pezzi contemporanei con diversi originali, Evans dimostra la vitalità senza tempo del piano-trio dando vita a piccoli gesti, motivi di auto-coscienza, e dialoghi sensibili. Le sue caratteristiche linee melodiche ritmiche "cantate" ed i suoi tocchi impressionistici di ispirazione classica, riescono a trasmettere la grazia e la suggestione. Rilassata, lirica e raffinata, la band di Evans accoglie un sottile interplay e ne sottolinea l'umore.
Nelle sue note di copertina, lo scrittore, vincitore del Grammy Award, Ashley Kahn dice: "L'unione Evans / Gomez / Zigmund è durata solo due anni (con Gomez che fu il primo ad abbandonare nel 1977), eppure questo appare ancora come uno dei gruppi più distintivi e memorabili di Evans.
"On A Monday Evening" è una rara, ed in alta fedeltà, istantanea di tale associazione. Come Zigmund sottolinea, 'Non c'è davvero nulla di simile, la definitiva registrazione dal vivo di quel trio. Quindi è bello che ci sia finalmente una registrazione ufficiale che rappresenti la nostra parte dal vivo".
La scaletta comprende tre originali di Evans, "Sugar Plum", "Time Remembered," e "T.T.T. (Twelve Tone Tune), "insieme a" “Up with the Lark”, “Someday My Prince Will Come”, “Minha (All Mine)”, “All of You”, e “Some Other Time.”.
Anche se fu registrato quando il jazz era in un'epoca di fusion elettrica, c'era ancora una grande attenzione per i musicisti acustici. Nell'intervista radiofonica condotta allora da Farber e Goldberg, Evans disse, "Chiedo solo per il mio piacere, che la musica in qualche modo mi tocchi da qualche parte, ed usi un linguaggio musicale che in qualche modo mi parli in termini molto umani".
Si può sentire tutto svolgersi nei minimi dettagli su questo album, che sarà pubblicato dalla Concord il prossimo 24 marzo (anche in LP in vinile a 180 g), che presenta il programma con eccezionale chiarezza, immediatezza, e prospettiva. Plangent Processes ha gestito il trasferimento del nastro ed il restauro audio. Lo storico Kahn ha scritto le note di copertina, che presentano delle aggiunte chiarificatrici di Gomez e Zigmund. Una confezione Deluxe apribile completa una versione il cui significato storico è generato essenzialmente dalla musica presente all'interno.
E' un disco da non perdere. Prendete una sedia e godetevi il vostro biglietto d'ingresso per l'Union Theater. Evans e soci sono in procinto di salire sul palco....

"On a Monday Evening" è un incoraggiante messaggio, spedito da una generazione di jazz a quella successiva, che la musica per pianoforte trio ancora contava in un periodo conosciuto per i suoni più forti e per dei gesti più grandi ... e che il piano jazz, del tipo che Evans aveva contribuito a inventare, era vivo e perennemente popolare, abbastanza per riempire una sede di 1.000 posti a sedere, come l'Union Theater".
- Ashley Kahn

"E divertente ascoltare questa musica, mi piace molto il modo in cui Bill suona - Ha un certo tipo di drive, un particolare tipo di energia che mi piace molto, e penso che Eliot e io abbiamo risposto adeguatamente"
- Eddie Gomez

"In un certo senso stavamo tornando a uno periodo precedente con il trio. Credo che quell'aspetto della musica di Bill sia scomparso negli ultimi anni. La sua musica si era evoluta, ma con noi ci fu un ritorno ai valori originali, a quel tipo di ricerca che stava facendo con il suo primo trio".
- Eliot Zigmund

(tratto liberamente dal comunicato stampa)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna