Stampa

Jonathan Finlayson & Sicilian Defense - Moving Still

Scritto da Elfio Nicolosi on . Postato in Nuove uscite straniere

"Moving Still" è l'atteso follow-up del trombettista di "Moment and the Message" (Pi 2013), proclamato "intricato e seducente, melodico ma audace, affascinante e raro" da PopMatters. Ben considerato tra i colleghi musicisti per la sua capacità di maneggiare materiale musicale complesso, Finlayson è stato nominato il numero uno tra le stelle nascenti della tromba nei Downbeat Critics Poll del 2014.

 

Moving StillJonathan Finlayson ha ottenuto un prestigioso riconoscimento dal New York Times come "un trombettista incisivo e spesso sorprendente, affascinato dalla composizione". Nato nel 1982 a Berkeley, CA, Finlayson ha iniziato a suonare la tromba all'età di dieci nel sistema scolastico pubblico di Oakland. Quindi passò sotto la tutela della leggenda della Bay Area Robert Porter, un trombettista di epoca bebop che lo prese sotto la sua ala; fu visto spesso accompagnare Porter nei concerti in città e nelle popolari session notturne domenicali al Bird Cage. Successivamente ha frequentato la New School for Jazz and Contemporary Music dove ha studiato con Eddie Henderson, Jimmy Owens e Cecil Bridgewater.
Finlayson è un discepolo del sassofonista / compositore / concettualista Steve Coleman, dopo aver fatto parte, all'età di 18 anni, della sua band Five Elements nel 2000, da cui ha assimilato la sua capacità di affrontare, con il dovuto aplomb, concetti musicali d'avanguardia. Finlayson ha suonato e registrato in gruppi guidati da Steve Lehman, Mary Halvorson, Craig Taborn, Henry Threadgill.
"Moving Still" è l'atteso follow-up del trombettista di "Moment and the Message" (Pi 2013), che è stato votato come miglior album di debutto nel NPR Jazz Critics Poll del 2013 e proclamato "intricato e seducente, melodico ma audace, affascinante e raro" da PopMatters. Ben considerato tra i colleghi musicisti per la sua capacità di maneggiare materiale musicale complesso ed in possesso di un sound decisamente personale e di un proprio stile improvvisativo, Finlayson è stato nominato il numero uno tra le stelle nascenti della tromba nei Downbeat Critics Poll del 2014.
"Moving Still" è pieno di coinvolgenti colpi di scena, un segno distintivo dello stile compositivo di Finlayson. Come al solito, nel suo lavoro c'è molto di più di quanto possa prontamente apparire. Anche se i pezzi si muovono in avanti con una spinta chiara, le voci strumentali raramente si muovono all'unisono ed il contrappunto regna quasi sovrano.
Questo è particolarmente evidente in "Flank and Center", in cui la melodia utilizza gli "hockets" - una serie di tre e due note suonate a turno da tre voci, un effetto puntistico che attraversa tutto il pezzo. "Space And" si basa su un modello di campana tradizionale della Dagomba, nell'attuale Ghana settentrionale, mentre "Folk Song" è ispirato da una melodia afrocubana dal ciclo della canzone dedicata a Oxum, una divinità che riflette una delle manifestazioni di Dio nelle religioni IFA e Yoruba. "Cap vs Nim" si basa su una celebre partita a scacchi tra i maestri José Raúl Capablanca e Aaron Nimzowitsch, in cui Finlayson assegna i valori armonici alle posizioni sulla scacchiera, con una melodia determinata dalla partenza e dall'arrivo di ogni mossa.
Il chitarrista Mile Okazaki dichiara a proposito della musica: "Richiede moderazione ed equilibrio. Respira e si muove liberamente. Partecipate al viaggio, ma viaggiate leggeri e fate attenzione al vostro passo, perché Finlayson sicuramente prenderà una svolta che non vi aspettate."
La band di Finlayson, Sicilian Defense, prende il nome dalla famosa contromossa di apertura, e la maggior parte dei titoli su "Moving Still" sono allusioni a qualche aspetto del gioco degli scacchi, che lui gioca con grande zelo. Questa ultima iterazione della band comprende il chitarrista Miles Okazaki, che è anche un membro dei Five Elements di Steve Coleman e con il quale Finlayson ha suonato per dieci anni. "Trickster", la sua prossima pubblicazione, uscirà per Pi nel 2017. Il pianista Matt Mitchell (Tim Berne, Dave Douglas, Rudresh Mahanthappa, John Hollenbeck) ha anche pubblicato due dei suoi album su Pi. Finlayson ha suonato al fianco del bassista John Hebert (Andrew Hill, Fred Hersch) per anni, più di recente nelle band della chitarrista Mary Halvorson. Infine il giovane batterista Craig Weinrib, meglio conosciuto per aver affrontato le sfide della musica di Henry Threadgill come membro del suo Ensemble Double Up, una band che ha pubblicato l'acclamato "Old Locks and Irregular" all'inizio di quest'anno.

(tratto liberamente dal comunicato stampa)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna