Stampa

Hadar Noiberg - From The Ground Up

Scritto da Elfio Nicolosi on . Postato in Nuove uscite straniere

Hadar Noiberg si è fatta un nome come una delle più innovative, appassionate e rivoluzionarie flautiste/compositrici di jazz e World Music in tutto il mondo. "From the Ground Up", il suo secondo album come bandleader, presenta il batterista Allison Miller, il bassista Haggai Cohen Milo e prestigiosi ospiti, come la clarinettista Anat Cohen ed il chitarrista Yotam Silberstein.


From The Ground UpDot Time Records ha recentemente ingaggiato l'emozionante flautista israeliana Hadar Noiberg al suo roster che continua ad espandersi con artisti di fama mondiale. Recentemente la Noiberg è stata invitata ad esibirsi al prestigioso Festival Jazzahead 2016 a Brema in Germania, il prossimo aprile, come parte del suo prossimo tour europeo.
Hadar Noiberg (vincitrice del premio ASCAP) si è fatta un nome come una delle più innovative, appassionati e rivoluzionarie Flautiste-compositrici di jazz e della scena World Music in tutto il mondo.
"From the Ground Up" è il suo secondo album come bandleader e presenta il batterista Allison Miller, (Ani DiFranco, Dr. Lonnie Smith, Natalie Merchant), il bassista Haggai Cohen Milo e prestigiosi ospiti, come la clarinettista Anat Cohen ed il chitarrista Yotam Silberstein.
"La magica flautista, Hadar Noiberg con il suo trio ha affascinato il pubblico ... Ha creato un suo stile originale attraverso ritmi e melodie distintive". (Rivista -Das Neue Musikzeitung).

"From the Ground Up" è il mio secondo album da band leader, ma in un certo senso mi sembra come se fosse il mio primo.
Quello che mi connette di più nella musica sono toccanti melodie che mi affascinano, un sacco di groove che mi fa muovere, passione e sincerità nel playing e la libertà di fare una musica differente ogni volta che viene suonata. Sono orgogliosa di dire che questo album e questa band posseggono tutto ciò.
Qualcuno potrebbe pensare che il flauto sia uno strumento guardato sempre dall'alto in basso dal mondo del jazz. Ma credo che il flauto sia uno strumento molto potente. Si tratta di un leader spirituale nelle culture del Medio Oriente e dell'Estremo Oriente e credo di portare avanti quell'energia in questo album e in questo trio.
La strumentazione speciale di flauto, basso e batteria, mi permette di avere un sacco di spazio e la libertà di esprimermi e creare strati di flauti grazie anche all'ausilio di effetti e loop. In questo modo il flauto può fare qualsiasi cosa - suonare la melodia, sottolineare il groove ed il ritmo della canzone e creare la sua armonia! (Hadar Noiberg)

(tratto liberamente dal comunicato stampa)


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna