Stampa

Due nuove uscite per il re dell'elettronica Martux_M Crew, con Markus Stokhausen e Francesco Bearzatti

Scritto da Redazione on . Postato in Nuove uscite italiane

Il collettivo diretto dal napoletano Martux_M, uno dei pionieri della musica elettronica italiana, ha appena pubblicato due nuovi album, "Atlas" accompagnato dal trombettista Markus Stokhausen e "I Love Supreme" dove invece è accompagnato da Francesco Bearzatti al sax tenore e Paul Brousseau al Fender Rhodes.

 

Markus Stokhausen - Martux_M Crew - Atlas

AtlasIn ogni azione, in ogni "nota", aggiungerei, generiamo il nostro futuro, due cerchi che si congiungono é il simbolo dell'infinito, due identità distinte, finite, che nell'incontro danno vita all'indeterminato, a ció che non ha confini, uno spazio della libertà.
Un vinile - side A, side B -, due polarizzazioni diverse, una elettronica l'altra acustica, come i poli di una batteria che connessi generano energia.
Un disco in un equilibrio instabile, come ogni cosa che ci circonda: la natura e l'artificio,
il bene e il male, il nulla e il tutto, l'assoluto e il relativo, l'ordine e il disordine, l'emozione e la ragione....
Tutti i termini opposti possono trovare un equilibrio nel cerchio che suona, come nella congiunzione di femminile e maschile; la puntina che scorre nel solco del cerchio é l'unione procreativa di una nuova sonorità.
Atlas non é un opera individuale, ma un lavoro co-autoriale, un progetto che volge al cambiamento

Tutti i confini sono convenzioni. In attesa di essere superati. Si può superare qualsiasi convenzione, solo se prima si può concepire di poterlo fare....e so che la separazione èun'illusione. La vita si estende ben oltre i limiti di se stessa....essere vuol dire essere percepiti. Pertanto conoscere se stessi é possibile solo attraverso gli occhi degli altri....tutto é connesso...La nostra vita non è nostra, da grembo a tomba, siamo legati ad altri, passati e presenti, e da ogni crimine e ogni gentilezza generiamo il nostro futuro (Dialoghi tratti dal film Cloud Atlas)

Francesco Bearzatti & Martux_M Crew - My Love Supreme

I Love SupremeSono passati 50 anni dall’uscita del disco più importante della storia del jazz: “A Love Supreme” di John Coltrane, un disco a cui tutta la musica deve qualcosa, un lavoro che senza ombra di dubbio si può definire la perfetta preghiera in musica
Con “My Love Supreme” non abbiamo cercato la commemorazione bensì di indagare l'essenza di questo capolavoro. Quasi fosse un flusso di coscienza, abbiamo creato una musica che si distacca da ogni puro tecnicismo per far riemergere tutto quello che c'e oltre il velo dell'apparenza
In un'epoca come questa, meno libera da un'immaginazione che non sia al servizio dell’ego e del profitto, abbiamo sentito la necessità di ripercorrere quel messaggio di gratitudine che aveva ispirato Coltrane in “A Love Supreme” e che lui stesso definì come “un risveglio spirituale che doveva condurlo ad una vita più profonda, più ricca, nel quale chiedeva umilmente che gli venissero concessi i mezzi e il privilegio di rendere felici gli altri attraverso le musica
In studio abbiamo voluto cercare quell'essenza che Coltrane ci ha lasciato e che attraversa ad ogni ascolto intimamente la nostra anima
Il risultato di “ My Love Supreme”, e' una presenza “libera” da ogni inerzia e celebra quel sacro amore universale di Coltrane, che in un tempo come il nostro non può che essere l’unico approdo, l’unica ancora di salvataggio.


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna