Stampa

Niccolò Faraci - It Came To Broadcast The Yucatan

Scritto da Redazione on . Postato in Nuove uscite italiane

Nel lontano settembre dell'anno 2011, un discreto ed interessante numero di geniali artisti Italiani è stato volontariamente rinchiuso in una grande casa di campagna, nei pressi dell'Aeroporto di Malpensa, con una precisa missione da compiere: dare inizio ad un nuovo progetto chiamato “It Came To Broadcast The Yucatan”.

Concepito come una suite di composizioni di carattere molto personale, questo album è un tributo a tutte le persone che scelgono una strada lontana dai luoghi comuni, per costruire un suono ed un'idea che siano il ritratto fedele dell'artista in musica! Per questo motivo, già dalle prime fasi di lavorazione, il nuovo progetto di Niccolò Faraci ha gettato le proprie basi sul desiderio di creare un suono assolutamente unico, caratterizzato dall'utilizzo di una casa di campagna come studio di registrazione, lasciando invariate le particolarità acustiche non replicabili in luoghi più “convenzionali”.
Niccolò Faraci considera questo disco come la propria opera di maggiore importanza sia nella filosofia di base che nella stesura di ogni singola composizione.
Auand ha deciso di conoscere alla perfezione il disegno di Niccolò Faraci, condividendone ogni aspetto e valorizzandone il futuro.
Undici composizioni per delineare chiaramente l'immagine del contrabbassista come autore di una nuova avventura in musica, suonata da un quartetto di grandi amici e fantastici artisti.
La formazione è composta da Niccolò Faraci: contrabbasso, basso elettrico; Achille Succi: clarinetto basso, flauto; Lorenzo Paesani: pianoforte, tastiere; Dario Congedo: batteria; special guest: Luca Aquino: tromba.


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna