Stampa

Chiara Pancaldi - What Is There To Say

Scritto da Redazione on . Postato in Nuove uscite italiane

La cantante Chiara Pancaldi pubblica il terzo album per l’etichetta olandese Challenge records. L’album è stato registrato con l’ausilio di Kirk Lightsey (piano) e Darryl Hall (basso). La collaborazione con Lightsey e Hall ha avuto inizio nel 2015 e conta già parecchi concerti assieme. Chiara è rimasta affascinata dal suono e dalla libertà che i due musicisti riescono ad esprimere e da qui è arrivato il desiderio di registrare un album in trio acustico dove la sua voce potesse esprimersi con colori e sfumature inedite...


What Is There To SayLa cantante Chiara Pancaldi pubblica il terzo album per l’etichetta olandese Challenge records. L’album è stato registrato con l’ausilio di Kirk Lightsey (piano) e Darryl Hall (basso). La collaborazione con Lightsey e Hall ha avuto inizio nel 2015 e conta già parecchi concerti assieme.
Chiara è rimasta affascinata dal suono e dalla libertà che i due musicisti riescono ad esprimere e da qui è arrivato il desiderio di registrare un album in trio acustico dove la sua voce potesse esprimersi con colori e sfumature inedite, ed un modo nuovo di fraseggiare.
La registrazione è avvenuta come una vera e propria sessione live, con i rischi che ciò comporta. Con questo album Chiara approfondisce ulteriormente la grande tradizione del repertorio americano andando a scoprire brani insoliti come “Love Came” di Strayorn, o “I Don’t Mind” di Ellington, o ballate folk come “Black Is The Colour Of My True Love’s Hair”, senza disdegnare i grandi classici della tradizione come il medley di “When You’re Smiling” e “On The Sunny Side Of The Street”, cercando di dare ad ogni canzone una propria atmosfera.
Il repertorio è stato pensato in modo tale da consentire agli artisti di rischiare e suonare in modo libero rimanendo allo stesso tempo solidi nelle strutture e negli arrangiamenti. Due ospiti impreziosiscono la registrazione, Jeremy Pelt alla tromba sul brano che dà il titolo all’album e l’armonicisita Laurent Maur su ‘A Timeless Place’ (the Peacocks).
La scelta del titolo del disco, “What Is There To Say”, ha vari significati: da un lato sottolinea un momento felice attraversato dalla cantante, dall’altro è un ricordo di un caro amico: è la stessa Pancaldi che lo racconta: “Ho sentito per la prima volta questo brano cantato da Rachel Gould in una toccante versione con Marco Tamburini. Mi ricordo ancora la prima volta che ho ascoltato l’album dal quale questa versione è tratta, Dancing on a Dime, e ho impressa nella memoria la bellezza del solo di Marco su questa ballad. Marco era anche un caro amico di Darryl, e quindi il cerchio si chiude.”


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna