Stampa

Oscar Del Barba - OX

Scritto da Redazione on . Postato in Nuove uscite italiane

Il pianista e compositore Oscar Del Barba pubblica per l’etichetta DOT Time il nuovo album OX. Il disco contiene un repertorio originale nato dalla sinergia tra musica contemporanea e modern jazz, tra scrittura contrappuntistica e grande ricerca ritmica. Il dialogo tra composizione e improvvisazione è strettissimo e sottile al contempo, e dà forma ad un sound ora etereo e spazioso, ora denso ed energico, fortemente stratificato e in cui i ruoli dei musicisti si alternano in modo anche inconsueto...


OXIl pianista e compositore Oscar Del Barba pubblica per l’etichetta DOT Time il nuovo album OX. Il disco contiene un repertorio originale nato dalla sinergia tra musica contemporanea e modern jazz, tra scrittura contrappuntistica e grande ricerca ritmica.
Il dialogo tra composizione e improvvisazione è strettissimo e sottile al contempo, e dà forma ad un sound ora etereo e spazioso (dove l'elemento armonico prevale), ora denso ed energico (in cui il ritmo è in primo piano), fortemente stratificato e in cui i ruoli dei musicisti si alternano in modo anche inconsueto per una formazione - il piano trio - tanto importante per la tradizione della musica afroamericana.
Il pianista, arrangiatore e compositore bresciano Oscar Del Barba ha collaborato con alcuni tra i più notevoli musicisti italiani e internazionali. E' docente di pianoforte jazz presso il Conservatorio G. Verdi di Milano. Al suo fianco due musicisti di particolare sensibilità quali il bassista bresciano Giacomo Papetti e il batterista sardo Andrea Ruggeri.

"Considero una tappa obbligata per un pianista jazz la formazione del trio, una delle “classiche” nel jazz. Stilisticamente continuo la mia strada, dopo il cd in solo, con dei pezzi che rispecchiano la mia attuale poetica sempre trasversale, caratterizzata da diverse contaminazioni ma fuse in uno stile che si uniforma in esecuzione. Le tecniche compositive adottate sono la dodecafonia, come in "T. B." dove un'idea tematica viene ripresa spesso e contrappuntata da altre idee con alternanze di densità e rarefazioni.
“Metamorfosi" è costruita su di un motivo che si trasforma in continuazione per poi ritornare nella sua forma iniziale. "Bastian contrario" raggruppa tanti elementi che possono essere simili e lontani allo stesso tempo. "Wilhelm Meister” è anche il titolo di un romanzo di Goethe (gli anni di apprendistato di W. M.) il cui protagonista è un amante del teatro e della drammaturgia, due elementi che caratterizzano il mio pezzo. "Metropolis" è un brano che ho scritto pensando al film, considerato capolavoro dell’espressionismo cinematografico, del 1927. Composto con un solo accordo permutato e costruito con un ritmo in sette quarti.
"Rosso Marte" e "Ombre" sono due brani di chiara ispirazione Tayloriana (John Taylor è uno dei pianisti jazz che preferisco sia a livello compositivo che improvvisativo). Lentone è un brano (come suggerisce il titolo) di ampio respiro nel quale il timbro è un elemento fondamentale." (Oscar Del Barba)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna