Stampa

Filippo Vignato - Harvesting Minds

Scritto da Redazione on . Postato in Nuove uscite italiane

Il 22 settembre 2017 verrà pubblicato "Harvesting Minds", primo album come leader per la CAM JAZZ del trombonista Filippo Vignato. Per l'occasione Vignato riunisce alcuni tra i più sensibili giovani musicisti europei per un nuovo quartetto completamente acustico: Giovanni Guidi al pianoforte, Mattia Magatelli al contrabbasso ed Attila Gyárfás alla batteria.


Harvesting MindsIl 22 settembre 2017 verrà pubblicato Harvesting Minds, primo album come leader per la CAM JAZZ del trombonista Filippo Vignato. Dopo la pubblicazione dell’album d’esordio "Plastic Breath" (Auand) lo scorso anno e la vittoria del Top Jazz 2016, il referendum indetto dalla rivista Musica Jazz, come Miglior Nuovo Talento, Vignato riunisce qui alcuni tra i più sensibili giovani musicisti europei per un nuovo quartetto completamente acustico: Giovanni Guidi al pianoforte, Mattia Magatelli al contrabbasso ed Attila Gyárfás alla batteria.
Le atmosfere elettriche dell’album d’esordio sono solo apparentemente distanti dai suoni più asciutti di "Harvesting Minds": nel passaggio tra le due opere emergono la nitida visione musicale e la personalità di Vignato che assieme al suo talento non comune per la composizione tracciano un percorso coerente ed in evoluzione.
Risultato del contrasto tra tensione verso l’astrazione ed urgenza melodica, Harvesting Minds racconta una musica sospinta dall'infinito desiderio umano di avvicinarsi al luogo dove conscio ed inconscio si incontrano.
Harvesting Minds è stato registrato e mixato da Stefano Amerio presso gli studi Artesuono di Cavalicco, nel novembre 2016, con la produzione artistica di Ermanno Basso. Il mastering è stato curato da Danilo Rossi.
Trombonista, compositore e arrangiatore nato a Thiene (VI) nel 1987 e cresciuto in una famiglia dove la musica è di casa, inizia lo studio del trombone a 10 anni. Oggi svolge una intensa attività concertistica in Italia e tutta Europa come sideman e come leader di propri progetti artistici ed è considerato come uno dei più interessanti musicisti italiani della sua generazione.

“Uno dei miei principali intenti artistici è quello di cercare qualcos'altro rispetto all’esplicito: ciò che sta dietro, sotto o intorno alle cose. In un'epoca dove siamo perennemente esposti ad immagini, suoni e contenuti mediali di ogni tipo, Harvesting Minds vuole essere un invito a riconsiderare l’importanza del nostro spazio interiore, del dialogo, del silenzio.” (Filippo Vignato)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna