Stampa

Saetta – Penta- Bolognini "TriApology" - Rockinnerage

Scritto da Redazione on . Postato in Nuove uscite italiane

TriApology è il nome di una singolare formazione composta da Vincenzo Saetta (sax alto & elettronica), Michele Penta (chitarre, loop ed elettronica) ed Ernesto Bolognini (batteria). Il gruppo ha pubblicato il primo album “Rockinnerage” per la Tuk Music di Paolo Fresu. Sebbene si conoscano da diverso tempo è solo da un paio di anni che i tre musicisti hanno deciso di unire le forze.


RockinnerageTriApology è il nome di una singolare formazione composta da Vincenzo Saetta (sax alto & elettronica), Michele Penta (chitarre, loop ed elettronica) ed Ernesto Bolognini (batteria). Il gruppo ha pubblicato il primo album “Rockinnerage” lo scorso 5 maggio per la Tuk Music di Paolo Fresu.
Sebbene si conoscano da diverso tempo è solo da un paio di anni che i tre musicisti hanno deciso di unire le forze iniziando a sperimentare l’uso di elettronica e loop station. Quasi per gioco, e un po’ per necessità, compensando così la mancanza del basso.
In breve tempo questo si è rivelato il loro punto di forza riuscendo in tal modo a forgiare un suono insolito, ibrido, che parte dall’acustico e sul quale vengono innestati elementi elettronici suonati live che permettono di ampliare le possibilità timbriche della musica.
Il progetto prende il nome di "Rockinnerage" e propone un repertorio di matrice rock ma con un approccio jazzistico dove gli audaci arrangiamenti creano, in questa fusione di tradizione, elettronica e melodie conosciute, un amalgama innovativo e un sound contemporaneo, che parte dal passato per fondersi con il nostro presente.
Tra i brani in scaletta oltre a classici di Jimi Hendrix, David Bowie, Police e Coldplay, una interpretazione di Smells Like Teen Spirit dei Nirvana dove tutta l’irruenza dell’originale viene dissolta in un’atmosfera sospesa, e una spiritata versione di Whole Lotta Love dei Led Zeppelin che ospita una straordinaria Serena Brancale alla voce.
L’opera raffigurata sulla copertina è dell’artista Vincenzo Vins Grosso che divide la sua attività tra Nuoro e Berlino concentrandosi sulle post architetture e le possibili conseguenze degli eccessi del mondo moderno. Il suo è un gradito ritorno, dopo la cover che ha realizzato per Luca Aquino nel 2011 in occasione dell'album Chiaro.


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna