Stampa

Francesca Sortino - Be Free

Scritto da Redazione on . Postato in Nuove uscite italiane

Se non si sapesse che Francesca Sortino vive a Roma e che la sua storia parte dal jazz si potrebbe pensare che le sonorità di questo lavoro siano state concepite in qualche studio di Los Angeles. Invece “Be Free” è nato tra Roma e Bari, a sud, dall’incontro di alcune delle personalità musicali più vivaci di tutto il panorama peninsulare. Un lavoro in cui si mischiano l’amore per il jazz e per tutto il variegato mondo della black music


Be FreeAnd The Beat Goes On recitava una celebre hit dei Whispers della fine degli anni ’70. Altri tempi. Un epoca in cui la disco music mieteva vittime nei dance club di tutto il pianeta. Molti hanno associato a quella canzone tutto un immaginario fatto di lustrini, di champagne, di vita vissuta in superficie. Pochi compresero che la questione del tempo, del battito stava alla musica nera come il ciclo di Krebs sta al processo di respirazione cellulare.
Qualcosa senza la quale semplicemente quel mondo non sarebbe esistito. Il battito nella black music è linfa vitale sin da tempi ancestrali, nella musica africana, nel jazz, nel blues ed è quel particolare che, gestito nella giusta maniera, ha impreziosito l’ottanta per cento delle produzioni musicali della seconda metà del secolo scorso.
L’hip-hop, il reggae, l’r&b e, in tempi più recenti, il dub step e il più moderno trap, senza quel battito non avrebbero senso. Questo lavoro della vocalist Francesca Sortino parte da lì, da quel battito.
Se non si sapesse che Francesca vive a Roma e che la sua storia parte dal jazz si potrebbe pensare che le sonorità di questo lavoro siano state concepite in qualche studio di Los Angeles o di Miami. Invece “Be Free” è nato tra Roma e Bari, a sud, dall’incontro di alcune delle personalità musicali più vivaci di tutto il panorama peninsulare.
Un lavoro moderno in cui si mischiano l’amore per il jazz e per tutto il variegato mondo della black music (à la Erykah Badu tanto per fare un nome e per intenderci) ma anche per una elettronica che non perde di vista, mai, il senso della musicalità. Per Francesca e per i suo compagni di viaggio the beat still goes on.


 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna