Stampa

Gen Marco Scognamiglio - Musica da sesso

Scritto da Redazione on . Postato in Nuove uscite italiane

A distanza di cinque anni Gen torna in studio allontanandosi dalle sonorità jazz lounge che lo hanno caratterizzato finora per andare alla scoperta di un sound progressive rock senza abbandonare la forte componente autoriale. Un viaggio che parte dal rock, attraversa il jazz e raggiunge il pop che richiamano per certi aspetti il maestro Paolo Conte fino ai suoni della West Coast degli Steely Dan.


Musica da sessoMusica da sesso è il titolo del nuovo album di Gen Marco Scognamiglio, cantautore apolide approdato oramai a Bologna da molti anni. Con i tacchi a spillo sui sassi è il singolo attualmente in rotazione radiofonica nelle emittenti italiane che ha anticipato l’uscita del disco disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming.
A distanza di cinque anni Gen torna in studio (Musica da bar pubblicato da Irma Record è del 2011) allontanandosi dalle sonorità jazz lounge che lo hanno caratterizzato finora per andare alla scoperta di un sound progressive rock senza abbandonare la forte componente autoriale. Un viaggio che va ad attingere, riproponendole, le tappe del suo variegato percorso musicale che parte dal rock, attraversa il jazz e raggiunge il pop che richiamano per certi aspetti il maestro Paolo Conte fino ai suoni della West Coast degli Steely Dan, toccando echi del progressive rock inglese più colto.
Gen in questo disco si avvale del supporto creativo dei jazzisti di fama internazionale che compongono l’High Five Quintet: Fabrizio Bosso alla tromba che non ha bisogno di presentazioni, Luca Mannutza al piano Fender Rhodes, Lorenzo Tucci alla batteria (già collaboratore di Mario Biondi in "Handful of Soul"), l’estro del bassista Luca Bulgarelli (collaboratore storico di Sergio Cammariere) ed il sax tenore di Max Ionàta, considerato uno degli artisti più significativi della scena jazz contemporanea.
Con i tacchi a spillo sui sassi è il brano scelto per presentare quest’ultimo lavoro. “Riuscire a rimanere in piedi o saper rialzarsi dopo una caduta è questione di equilibrio: le turbolenze che l’amore genera mettono continuamente alla prova questo equilibrio” dice Gen “con i tacchi a spillo sui sassi è un inno alla potenza e alla bellezza dell’amore in tutte le suo forme più disparate. E disperate”. Il brano è accompagnato dal video diretto da Giovanni La Pàrola e girato a Portonovo mentre l’interprete è l’attore feticcio di Gen, Leo Mantovani, due certezze per chi fa cinema a Bologna.


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna