Stampa

Gianluca Petrella - Cosmic Renaissance

Scritto da Redazione on . Postato in Nuove uscite italiane

Gianluca Petrella si dimostra ancora una volta un artista totale, visionario e radicale, capace di modellare il materiale sonoro a propria immagine e somiglianza, senza seguire schemi, tendenze, convenzioni. Ogni passaggio, nel proprio percorso artistico, si è sempre saputo distinguere per quel magico mix, destinato a pochi, di creatività, talento, tecnica sopraffina e anima.


Cosmic RenaissanceÈ una questione di sensi. Il vinile mette d’accordo l’udito con il tatto, la vista e l’olfatto; il suono, così come il suo odore, sono inimitabili. È una questione di stile, qualcosa che va ben oltre la moda: conquista il tempo, andando oltre ad esso, ritagliandosi quel pezzettino di immortalità che il mercato discografico sembra rendergli.
È una questione di scelta, la capacità di aprire una nuova strada e di vedere nel cambiamento l’unica possibile crescita. Una risurrezione, una rivoluzione.
Gianluca Petrella si dimostra ancora una volta un artista totale, visionario e radicale, capace di modellare il materiale sonoro a propria immagine e somiglianza, senza seguire schemi, tendenze, convenzioni. Ogni passaggio, nel proprio percorso artistico, si è sempre saputo distinguere per quel magico mix, destinato a pochi, di creatività, talento, tecnica sopraffina e anima.
“Cosmic Renaissance” è un’assoluta novità e un nuovo punto di partenza, non solo per il trombonista barese e la sua Spacebone Records, quanto per la musica jazz in Italia, per la visione e la percezione di un settore capace di abbracciare generazioni diverse e per un mercato discografico contratto ma in mutamento.
E non si può parlare soltanto di un disco in vinile, ma di un vero e proprio progetto a lungo termine, che vede l’uscita di questo primo Ep il 9 giugno 2016 e di una seconda parte completamente diversa – sempre in vinile – a distanza di alcuni mesi.
Petrella scommette, quindi, sul futuro, aprendo una nuova strada, nella convinzione – data anche dall’eccezionale consenso ricevuto all’estero – di poter scuotere un mercato dormiente e di poter concepire un nuovo ascolto, una nuova percezione della musica.
“Cosmic Renaissance” non si limita solo alle radici jazz care a Petrella, ma esplora R&B, la pancia della Black Music e soprattutto l’elettronica, che qui ha un peso fondamentale e traccia un continuum essenziale con le ultime produzioni del leader. Un lavoro denso, ma al contempo di grande respiro, con illuminanti intuizioni ritmiche, potenti echi e graffianti passaggi dei due fiati (insieme al trombone di Petrella c’è Mirco Rubegni alla tromba), che spremono, penetrano, lasciano un segno indelebile.
Il quintetto - con Francesco Ponticelli basso, Federico Scettri, batteria e elettronica e Simone Padovani, percussioni - nato dalla precedente esperienza con la Cosmic Band ma da subito creatura indipendente, raggiunge con il disco una sintonia rara e perfetta, una pienezza di suoni colorata e profonda e uno stile coinvolgente, ironico, semplicemente spaziale.


 

Commenti   

#2 Roberto Giannotta 2016-12-10 18:09
Ho avuto il piacere di ascoltare Gianluca ed il suo splendido gruppo a Scarlino, all'interno del Castello, una location stupenda. Grandissima musica, innovativa, meditativa di livello altissimo. Riguardo il vinile, condivido, nulla può dare le stesse sensazioni.
Citazione
#1 Lyn 2016-05-19 22:09
Cosmico!
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna