Stampa

...Back to the future

Scritto da Fabio Chiarini on . Postato in Editoriali

L'altro giorno sono leggermente trasalito quando ho notato, sfogliando il mio mensile preferito dopo PlayBoy, che qualcuno al Top Jazz di Musica Jazz ha votato Orrin Evans come miglior "Nuovo Talento". Peccato davvero che il pianista americano abbia a tutt'oggi già inciso 30 albums, contando solo quelli come leader.


Top Jazz 2014L'altro giorno sono leggermente trasalito quando ho notato, sfogliando il mio mensile preferito dopo PlayBoy, che qualcuno al Top Jazz di Musica Jazz ha votato Orrin Evans come miglior "Nuovo Talento". Peccato davvero che il pianista americano abbia a tutt'oggi già inciso 30 albums, contando solo quelli come leader (la foto che vedete sotto e che ho ritrovato in un cassetto testimonia un concerto degli Horizon di Bobby Watson in cui Orrin Evans è al pianoforte: Verona Jazz 2000, formidabili quegli anni...).
Oggi Milano festeggia i Vincitori del Top Jazz 2014 nel più consono dei modi, ovvero mettendoli su di un palco e facendoli suonare, ma la mia curiosità mi ha spinto ad immergermi nelle varie classifiche, soffermandomi in particolare sulle due categorie "New Talent", italiana e straniera. Ebbene, non è di certo Orrin Evans il caso più eclatante: J.D Allen - notevolissimo sax classe '71 - nella stessa classifica è arrivato sesto, ai piedi del podio, altri dieci anni e la targa di miglior nuovo talento se la becca lui, ci punto il mio dollaro bucato!
Franco Fayenz, una delle più importanti penne italiane in ambito jazz, tra i miglior Nuovi Talenti Italiani ha espresso la sua preferenza per Luciano Biondini, fisarmonicista ultraquarantenne affermato da lustri.
Lasciamo stare il voto a Zanchi, che immagino e spero non trattarsi dello stesso Zanchi che dico io e che sapete anche voi gentili lettori, ma qualcuno ha votato la cantante Cristina Zavalloni che ha cominciato a incidere dischi nel 1996, mentre Dino Rubino, pianista italiano di stanza a Parigi che aveva vinto il premio Massimo Urbani come Miglior Nuovo Talento nel 1998, questa volta al Top Jazz New Talent 2014 è arrivato terzo, e ci chiediamo preoccupati il motivo di questa repentina regressione.
Di sicuro me ne saranno sfuggiti tanti altri, e non se ne dolgano gli esclusi ma avevo ancora l'altro mio mensile intonso sullo scaffale, e comunque esprimiamo da queste colonne un caloroso augurio per un luminoso futuro e un gran battimano a tutti questi nuovi virgulti della musica (e naturalmente ai loro giustamente entusiasti genitori!).