MONDO JAZZ
il blog del portale Tracce Di Jazz.
il jazz da Armstrong a Zorn. notizie, recensioni, personaggi, immagini, suoni e video
di Roberto Dell'Ava

Stampa

Sottovoce

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

Le sorprese che riserva il web sono continue. Da navigatore costante e cacciatore di notizie navigato credevo di avere un quadro abbastanza preciso per ciò che concerne la blogosfera italiana, ed in particolare dei siti e dei bloggers che hanno una attenzione ed una sviluppata sensibilità verso la musica ed i suoi personaggi.

Invece non mi ero ancora imbattuto in questo splendido Blue Moon, il blog di Tiziana Campodoni che non solo scrive benissimo, ma ha un amore evidente verso la musica jazz.

Numerosi e tutti godibili sono i post dedicati a personaggi quali Art Pepper, Michel Petrucciani, Stan Getz. Io ho scelto il ritratto, personale e sensibilissimo, di Bill Evans. Eccone l'incipt e in calce il link per la lettura completa:

Stampa

Il jazz al tempo del colera

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

Queste erano le 10 regole per suonare il jazz imposte sotto il regime nazista, come ricordate da Josef Skvorecky, musicista recentemente scomparso che ha vissuto (e suonato) in quei tempi. E quella sopra una vignetta che descrive la deriva dei nostri tempi.

Stampa

Sentirsi bene

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

Per la quarantesima volta, Berna, la capitale elvetica richiama gli appassionati del genere jazz classico. A colloquio con il fondatore Hans Zurbrügg.

Wynton Marsalis è uno dei trombettisti più famosi al mondo. È una star che riempie le sale dei concerti. Di tanto in tanto chiama Hans Zurbrügg, chiedendogli se può suonare per alcuni giorni nel suo piccolo jazz club.

Il motivo per cui una star di questo calibro è disposta a "svendersi", va cercato nell’affinità di pensiero che accomuna Marsalis e Zurbrügg: ambedue sono amanti del buon jazz, quello puro e legato indissolubilmente alla tradizione. I due si sentono in dovere di difenderlo. Rifiutano il jazz elettronico, rock, free o influenzato da generi musicali affini.

Stampa

Se Atene piange Sparta non ride

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

 

A l’arrière plan de la grève à Radio France, avec notamment le combat pour la préservation des deux orchestres symphoniques, un autre combat entamé l'été dernier perdure, celui de la place du jazz à France Musique et du maintien d’un Bureau du jazz de Radio France et des productions de concerts de jazz, combat autour duquel s’est constitué un comité de défense. Après avoir réuni plus de 7000 signatures, et s’être fait promettre une relance du Bureau du jazz, ce comité lance un appel à la mobilisation urgente des jazzfans pour rejoindre sa pétition . En effet, après que le PDG de Radio France a évoqué la disparition de France Musique sur les ondes, puis rassuré en proposant de recentrer France Musique sur le classique et le jazz, les mesures d’économie de 5% à 10% déclarées nécessaires pour la radio publique se traduisent par une réduction de 25% du budget du Bureau du jazz pour la saison à venir. Un bras de fer se joue dans les jours qui viennent.

Franck Bergerot, JazzMagazine

https://www.change.org/p/radio-france-minist%C3%A8re-de-la-culture-pr%C3%A9sidence-de-la-r%C3%A9publique-pour-le-maintien-du-bureau-du-jazz-%C3%A0-radio-france?recruiter=98444935&utm_campaign=mailto_link&utm_medium=email&utm_source=share

_petition

 

http://www.jazzmagazine.com/index.php/le-jazz-live/1-le-jazz-live/1068-alerte-rouge-pour-le-jazz-a-radio-france