MONDO JAZZ
il blog del portale Tracce Di Jazz.
il jazz da Armstrong a Zorn. notizie, recensioni, personaggi, immagini, suoni e video
di Roberto Dell'Ava

Stampa

2017 JJA Jazz Awards WINNERS

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

Lifetime Achievement in Jazz:
McCoy Tyner   


Musician of the Year:

Wadada Leo Smith

Up and Coming Musician of the Year:

Joey Alexander


Composer of the Year:

Ted Nash
Arranger of the Year:

Maria Schneider  

 Record of the Year:
Madera Latino – A Latin Jazz Perspective on the Music of Woody Shaw (Hollistic MusicWorks)
Brian Lynch

 Historical Record of the Year:

Some Other Time: The Lost Session from the Black Forest 
(Resonance Records)
Bill Evans

 Record Label/Platform of the Year:

Resonance Records

 Male Singer of the Year:

Gregory Porter 

Female Singer of the Year:

René Marie 

Large Ensemble of the Year:
Arturo O'Farrill Afro Latin Jazz Orchestra

Midsize Ensemble of the Year: 
Charles Lloyd and the Marvels 

Trio or Duo of the Year:
Vijay Iyer and Wadada Leo Smith

Trumpeter of the Year:

Brian Lynch
 

Trombonist of the Year:
Wycliffe Gordon

 
Multi-reeds Player of the Year:

Anat CohenAlto Saxophonist of the Year:

Gary Bartz

Tenor Saxophonist of the Year:

Charles Lloyd  


Baritone Saxophonist of the Year:

Claire Daly 

 

Soprano Saxophonist of the Year:
Jane Ira Bloom 
 

Flutist of the Year:
Nicole Mitchell 

Clarinetist of the Year:

Anat Cohen 
Guitarist of the Year:

Mary Halvorson  

Pianist of the Year:
Kenny Barron 

Keyboards player of the Year:
Dr. Lonnie Smith 
Bassist of the Year:

Christian McBride 
Violinist/Violist/Cellist of the Year: 

Regina Carter 
Percussionist of the Year:

Pedrito Martinez  

Mallets Instrumentalist of the Year:
Warren Wolf  

Traps Drummer of the Year:
Jack DeJohnette  
Player of Instruments Rare 

in Jazz of the Year:
Scott Robinson, various  
Electronics Player of the Year:

Robert Glasper


Each of the above 2017 JJA Jazz Award winners for music will receive the Award at one of his or her upcoming performances.

2017 JJA Jazz Awards for Journalism and Media



Lifetime Achievement in Jazz Journalism

 Ted Gioia

Jazz Periodical of the Year
( category combines the previous Jazz Publication of the Year and Jazz Website of the year categories)
DownBeat

Jazz Blog of the Year
Ethan Iverson: Do the Math

Jazz Book of the Year

Better Git It In Your Soul: An Interpretive Biography of Charles Mingus
(University of California Press)
Krin Gabbard

Robert Palmer-Helen Oakley Dance Award for Excellence in Writing in 2016
Ashley Kahn


The Marian McPartland - Willis Conover Award
for Career Excellence in Broadcasting

Mark Ruffin

The Lona Foote -- Bob Parent Award 
for Career Excellence in Photography
Frank Stewart

Jazz Photo of the Year

 
 


Photographer: Manolo Nebot Rochera
Subject: Cecile McLorin Salvant at Festival Internacional Jazz Peniscola, Castellon Spain, July 2016
view larger


Jazz Album Art of the Year 

 




Artist: David Cowles
Cover art for Bill Charlap Trio's Notes from New York (Impulse/Verve)

Stampa

Banzai !

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

Rumors Festival e Verona Jazz: la grande musica sul palco del Teatro romano

"Quello di Tony Bennett sarà un concerto che passerà alla storia - ha dichiarato Elisabetta Fadini, direttore artistico di Rumors -. Nelle precedenti edizioni abbiamo sempre avuto nomi di spicco: quest'anno abbiamo tre perle della musica, Rag'n'bone Man con la sua hit mondiale "Human", Tony Bennett, l'ultimo crooner vivente, e il vincitore dell'ultimo Festival di Sanremo Francesco Gabbani."

"Se il jazz sta vivendo un momento di crisi, noi abbiamo deciso di rispondere in attacco - ha dichiarato Ivano Massignan, presidente di Eventi Rumors Festival e Verona Jazz: la grande musica sul palco del Teatro romano

„Quest'anno saranno 7 gli appuntamenti che daranno vita al Verona Jazz,Rumors Festival e Verona Jazz:  20 giugno Billy Cobham Band, 21 giugno Paolo Fresu Devil Quartet, 22 giugno David Gazarov Trio, 23 giugno Raphael Gualazzi, 24 giugno Stefano Bollani fest Flo, 25 giugno Simona Molinari & Mauro Ottolini, 26 giugno Luca Aquino & The Jordanian National Orchestra’s endemble.“

Potrebbe interessarti: http://www.veronasera.it/cronaca/rumors-festival-verona-jazz-musica-teatro-romano-15-maggio-2017.html
 
Le tre perle della musica si commentano da sole, con tutto il rispetto dovuto ad un crooner di veneranda età come Bennett. Singolare invece il modo di intendere "l'attacco" da parte del presidente di Eventi. Il cartellone di Verona Jazz è al massimo un concentrato di scelte musicalmente nazional popolari, privo di qualsiasi progettualità o sguardo verso il nuovo.
Ma il fattore preoccupante non è dato dalle scelte artistiche, palesemente mirate al botteghino e senza nessuna altra pretesa, bensi' la mutazione in corso tra coloro che, a vario titolo e in differente grado, si appassionano ancora alla musica jazz.
Come sottolineava Roberto Ottaviano in una intervista, è preoccupante che le folle di giovani che vengono richiamate da Bollani ignorino in gran parte Monk o che i recenti sold out al Blue Note di Fresu appartengano a persone che per lo più non hanno mai sentito neppure nominare Lee Morgan.
Di certo è che con cartelloni costruiti in serie, senza  altra finalità che un ritorno economico e di immagine, la situazione difficilmente potrà mutare.
Stampa

Disavventure italiche

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

Franco Cerri, virtuoso della chitarra, celebre per lo spot pubblicitario «l’uomo in ammollo», a 91 anni non se la passa benissimo. Come lui, si lamentano più di mille musicisti, compositori e autori di cinema e tv che, a una certa età, si sono ritrovati privi di una fonte di reddito

(...) 
 

 Al pari del grande jazzista Enrico Intra. Tutti sofferenti a causa della Siae, la società di autori ed editori, che di colpo ha cancellato l’assegno mensile. Tutti in attesa della decisione del Consiglio di Stato che giovedì prossimo dovrà decidere se il loro ricorso contro la Siae ha fondamento ed è ammissibile.

(...)
Il modo in cui la Siae decise di interrompere l’erogazione dell’assegno è abbastanza singolare. Lo fece durante il periodo natalizio del dicembre 2011, quando la società era controllata dal commissario Gian Luigi Rondi. Senza darne comunicazione e senza giustificare la propria iniziativa. Così nel gennaio 2012 nessuno riusciva a capire perché i soldi non arrivavano più. Ci fu un ricorso al Tar, i giudici definirono quell’assegno di professionalità «una pensione». E la Siae non era tenuta a pagarla. Contro questa sentenza il 18 dicembre 2013 gli artisti presentarono ricorso al Consiglio di Stato che ora è chiamato a decidere. Sono trascorsi ben quattro anni, la speranza di tutti — che si trasforma in un vero e proprio appello — è che il 18 maggio arrivi «un verdetto che riconosca le nostre ragioni».
 
 
Stampa

Riserve indiane

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

A Perugia, la location principale sarà sempre l'Arena Santa Giuliana (dove si esibiranno tra gli altri, Brian Wilson, Kraftwerk, Wayne Shorter), poi il Teatro Morlacchi con i concerti specialistici (Gianluca Petrella, Jacob Collier, Francesco Cafiso)

Fonte: http://www.lasicilia.it/news/cultura/80449/umbria-jazz-sempre-piu-internazionale.html

La musica jazz a Perugia è diventata "concerto specialistico". E non si tratta di svista o lapsus, bensi' di ingombro, un fastidio da nascondere in un teatro, tanto bello quanto piccolo. Ormai, noi cosiddetti "puristi" siamo come Navajos da rinchiudere al più presto in qualche riserva, magari con qualche coperta infetta di vaiolo... 

Stampa

Chet

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

Io amo la tenerezza. Amo darla e riceverla. Ma, in generale, noi manchiamo tutti di tenerezza, senza dubbio, perché non osiamo offrirla e non osiamo prenderla. 

- Jacques Brel

 

29 anni fa da una finestra di un Hotel ad Amsterdam precipitava il corpo di Chet Baker. Una fine misteriosa di un uomo controverso, inaffidabile, segnato dalle avversità e dalle dipendenze ma estremamente dotato di afflato poetico che emanava ad ogni nota della sua tromba e dalla sua voce, esile quanto carica di emozione .

Stampa

Controversie

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

Michele Cinque ha presentato al pubblico del John D. Calandra Institute di New York il suo film "Sicily Jass: The World First Man in Jazz", la storia del siciliano Nick La Rocca di New Orleans, da molti riconosciuto come il vero inventore della musica jazz a dispetto delle controversie

Fonte: http://www.lavocedinewyork.com/arts/spettacolo/2017/05/13/sicily-jass-storia-del-siciliano-che-invento-il-jazz/