MONDO JAZZ
il blog del portale Tracce Di Jazz.
il jazz da Armstrong a Zorn. notizie, recensioni, personaggi, immagini, suoni e video
di Roberto Dell'Ava

Stampa

Billie, 7 aprile 1915

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

Era una donna molto dolce, molto calda [...] aveva un aspetto da indiana con la pelle vellutata, marrone chiaro [...] Billie era una donna splendida prima che l'alcool e la droga la distruggessero. [...] Ogni volta che mi capitava di incontrarla le chiedevo di cantare "I Loves you, Porgy", perché ogni volta che lei cantava "non lasciare che mi tocchi con le sue mani calde" potevi praticamente sentire quello che sentiva lei. Il modo in cui la cantava era magnifico e triste. Tutti quanti amavano Billie.

(Miles Davis)

Stampa

R.I.P. Miroslav Vitous ???

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

In attesa di conferma o, speriamo, di smentita, riporto la notizia che da pochi minuti rimbalza sulla rete e che riguarda la scomparsa del grande contrabbassista ceco.....

Stampa

Chiude BBC Jazz on 3

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

Chiude i battenti una delle trasmissioni di jazz più prestigiose e più seguite nel variegato palinsesto radiofonico della BBC, con oltre novecento puntate in diciotto anni e un'impressionante serie di interviste, speciali e riprese di concerti dal vivo: Jazz on 3, condotta ogni lunedì sera da Jez Nelson. Al suo posto subentrano Soweto Kinch, Emma Smith e Al Ryan con il programma Jazz Now; Nelson riprende invece presso Jazz FM l'appuntamento domenicale che segnò gli inizi della sua carriera ufficiale (dopo gli esordi presso una radio pirata): Somethin' Else.

http://www.bbc.co.uk/programmes/b006tt0y
http://www.bbc.co.uk/programmes/b075bchh
http://www.jazzfm.com/on-air/somethin-else-with-jez-nelson

Fonte: http://www.hibou-anemone-bear.com/

Stampa

Barometri

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

Duke Ellington, 1960 by Gordon Parks 

 
“Put it this way: Jazz is a good barometer of freedom… In its beginnings, the United States of America spawned certain ideals of freedom and independence through which, eventually, jazz was evolved, and the music is so free that many people say it is the only unhampered, unhindered expression of complete freedom yet produced in this country.” Duke Ellington
Stampa

Informazioni corrette

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

Al Ravello Festival 2017 anche jazz d’autore coi miti Shorter e Glass

 
(..) Oltre alla sinfonica e alla danza sono attesi cinque concerti jazz. Per iniziare, il compositore statunitense Philip Glass, sempre nel solco dell’avanguardia, il 14 luglio festeggerà i suoi 80 anni con un concerto esclusivo. L'ultimo nome svelato è quello di Wayne
 

Shorter, leggenda vivente del jazz contemporaneo che sarà ospite della rassegna il 16 luglio. 

Fonte: http://lacittadisalerno.gelocal.it/tempo-libero/2017/04/04/news/al-ravello-festival-2017-anche-jazz-d-autore-coi-miti-shorter-e-glass-1.15142490?refresh_ce

 

La notizia è riportata dal sito web La Città di Salerno, che, come tutti sappiamo, è situata in Liguria ad una altezza di 1000 metri sul livello del mare.

Stampa

I'm not....

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

Anthony Braxton Guy Le Querrec Magnum Photos

 
I know I’m an African-American, and I know I play the saxophone, but I’m not a jazz musician. I’m not a classical musician, either. My music is like my life: It’s in between these areas.
Stampa

Confusione

Scritto da Roberto Dell'Ava on . Postato in Blog

Se i King Crimson siano la migliore band di tutti i tempi si può discutere. (...) Una poliedricità che stimola i jazzisti. Tre in particolare; Fabrizio Sferra (batteria),Paolino Dalla Porta (contrabbasso) e Bebo Ferra (chitarra) con la complicità di Giamluca Petrella (tromba) si sono inventati il disco Frames of Crimson, in cui rielaborano nove brani della band.

(...) Intervista a Sferra: Stasera (al Blue Note) c'è Petrella ospite.

Gianluca è qualcosa in più: è presente anche in tante canzoni del disco, la sua tromba fa parte del progetto.

Fonte: La Repubblica, pagine di Milano, articolo di Luigi Bolognini sul concerto di domenica 2 aprile al Blue Note

Refuso tipografico ? No, non credo, si è ripetuto due volte nello stesso pezzo... Confusione del giornalista ? Mah...può darsi.

Oppure, come direbbe l'ex ministro Scaiola, a nostra insaputa Petrella ha cambiato strumento per stupirci tutti per l'ennesima volta...

Foto: Paul Newman & Joanne Woodward! , dal film Paris Blues 1961