Stampa

Enrico Bettinello - Storie di jazz. Guida sentimentale alla vita e alla musica di cinquanta (e più) maestri

Scritto da Redazione on . Postato in Libri

Un appassionante viaggio attraverso la vita e la musica di decine di jazzisti famosi e meno famosi, spaziando attraverso i decenni e gli stili. Da Louis Armstrong a Charlie Haden, passando per Lester Young e Bill Evans, una guida che unisce il calore della narrazione biografica all'accuratezza della analisi musicale, una sorta di educazione sentimentale alle tante straordinarie vite di artisti.


Storie di jazz. Guida sentimentale alla vita e alla musica di cinquanta (e più) maestriNati originariamente come rubrica mensile per la rivista "BlowUp", i ritratti contenuti in questo libro offrono una lettura originale e immediata delle figure prese in considerazione, lontana dalle mitologie un po' nostalgiche, con uno sguardo che cerca di raccontare a chi magari ha nelle orecchie altri suoni, perché vale la pena di scoprire o riscoprire la magia di una Mary Lou Williams, un Dizzy Gillespie, un Bud Powell o di un Jackie McLean, passando per figure chiave della musica africano-americana più avventurosa come Eric Dolphy, Andrew Hill e Charles Mingus, cui sono dedicati tre più ampi saggi.
Enrico Bettinello, scrive di jazz e di altre musiche della contemporaneità per «Il Giornale della Musica», «BlowUp», «Musica Jazz». Caporedattore del popolare sito AllAboutJazz Italia, collabora anche con RadioTre Rai. È inoltre direttore del Teatro Fondamenta Nuove di Venezia e si occupa di curatela di performing arts contemporanee, comunicazione e formazione.

Essendo tutti, anche quelli magari meno conosciuti, dei “giganti” del jazz, i musicisti che ho ritratto in questo libro sono inevitabilmente artisti le cui vicende personali e artistiche sono unite indissolubilmente. Ciascuna “storia” doveva occupare esattamente due pagine della rivista (che sul libro sono diventate poco più di quattro) e questo mi ha spinto a condensare quanto più potevo un grande numero d’informazioni biografiche e narrative e di stimoli all’ascolto. Nel fare questo ho evitato di indulgere troppo in mitologie romantiche legate alle singole vicende, spesso tragiche e certo affascinanti, di molti protagonisti, preferendo piuttosto provare a inserire quelle vicende in un contesto storico, sociale e culturale di più ampio respiro e spero anche più interessante. (Enrico Bettinello - http://www.italiajazz.it/)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna